Cronaca

Rubarono sedici smartphone da due grandi magazzini: in casa parte della refurtiva

Tre giovani residenti nella Bassa sono stati denunciati dai carabinieri. Sono ritenuti responsabili di due colpi ai danni di due negozi Mediaworld nel Padovano e nel Veronese

(foto: archivio)

Sono accusati di aver messo a segno due furti a distanza di pochi giorni, accaparrandosi numerosi cellulari di ultima generazione per un valore di oltre 10mila euro. Sono tre ragazzi, tutti denunciati per furto aggravato in concorso.

Le indagini

A notificare loro le denunce nella giornata di martedì sono stati i carabinieri di Albignasego con la collaborazione dei colleghi di Este, Rovigo e Verona. Gli inquirenti hanno raccolto importanti prove a carico dei tre giovani che il 27 gennaio avrebbero rubato sei smartphone da un negozio Mediaworld di San Giovanni Lupatoto (Verona) e altri dieci dal punto vendita Mediaworld del centro commerciale Ipercity di Albignasego il giorno successivo. Le indagini partite dopo i due colpi hanno consentito di identificare i presunti responsabili, risalendo al 29enne E.C.Y. e al 18enne R.A., marocchini di Badia Polesine e al connazionale 22enne M.E.M. di Masi. Nell'abitazione di due di loro è stata recuperata parte della refurtiva (2 cellulari) oltre ad alcuni capi d'abbigliamento che li legavano ai colpi. I militari pensano siano i responsabili di entrambi i colpi. Singolare la tecnica utilizzata:  due dei tre fingevano di discutere animatamente attirando l'attenzione dei vigilanti e il terzo ne approfittava per mettere in un borsone più articoli possibile sottraendoli dai cestoni. e scappare. quando scattava l'allarme i 3 fuggivano in direzioni diverse riuscendo a seminare la guardia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rubarono sedici smartphone da due grandi magazzini: in casa parte della refurtiva

PadovaOggi è in caricamento