La bravata costa cara al baby writer: imbratta il parco pubblico e rimedia una denuncia

Quella vernice rossa sulla recinzione del giardino comunale ha portato in poche ore all'identificazione del suo autore. É un diciassettenne padovano, accusato di imbrattamento

I carabinieri con la bomboletta di vernice sequestrata

Una serata di trasgressione è culminata con una denuncia e annessa sonora lavata di capo per un minorenne, scoperto a imbrattare i muri di un parco pubblico.

Vandalismi

Forse per una goliardata, forse semplicemente per noia. Indipendentemente dal motivo che lo ha spinto a lasciare quei segni all'interno del parco dei Giacinti, un 17enne padovano deve ora fare i conti con l'accusa di imbrattamento. Domenica sera è uscito di casa ed è entrato nel parco pubblico lungo il Bacchiglione, in zona Madonna Pellegrina. Armato di una bomboletta di vernice rossa ha espresso la sua discutibile arte a ridosso di uno dei muri di cinta.

La denuncia

Una performance che non è passata inosservata. Nemmeno ai carabinieri del Nucleo radiomobile che in poche ore lo hanno identificato. Convocato in caserma è stato denunciato a piede libero e riaffidato ai genitori. Si cerca ora di capire se fosse solo e sia già stato protagonista di simili danneggiamenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Ricoveri in ospedale, tutte le province venete in Fase 5 tranne Padova»

  • Strade insanguinate: perde il controllo dell'auto sui Colli, muore noto barista di 31 anni

  • Femminicidio nella notte a Cadoneghe: uomo uccide la moglie a coltellate

  • Tragedia nel pomeriggio: auto esce di strada, morto un 19enne e grave un coetaneo

  • Zaia: «Ecco la nuova ordinanza. Ridotta capienza nei negozi e nei centri commerciali»

  • Investito in bicicletta dal rimorchio di un camion: 14enne in fin di vita

Torna su
PadovaOggi è in caricamento