Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca

Trenta telefonate al 113 nel corso della notte: torna in azione il mitomane delle emergenze

Un 35enne è stato denunciato per la seconda volta in pochi giorni con l'accusa di interruzione di pubblico servizio per aver bersagliato di chiamate il numero d'emergenza

(foto: archivio)

Oltre che un reale problema per la ricezione delle telefonate urgenti, è diventato una vera e propria ossessione tempestando con più di 30 chiamate la centrale operativa del 113.

Le telefonate

Protagonista delle molestie telefoniche è stato un 35enne padovano, già conosciuto per altri comportamenti analoghi. La notte tra giovedì e venerdì ha digitato sul telefonino il 113 per ben 32 volte in poche ore. Telefonare martellanti, durante le quali una volta presa la linea intratteneva per interi minuti gli agenti di turno con frasi senza senso. Se sulle prime gli operanti temevano un reale problema, un controllo dell'utenza e la scoperta del nome dell'intestatario hanno permesso di capire che non si trattava d'altro se non dell'opera deliberata del noto mitomane.

Il precedente

Vista l'insistenza e a fronte del fatto che quelle chiamate stavano intasando le linee impedendo di recepire le reali urgenze, una pattuglia si è recata a casa di B.L. Ancora una volta il 35enne non ha fornito alcuna motivazione per giustificare i suoi gesti ed è stato denunciato per interruzione di pubblico servizio. Analogo provvedimento lo aveva colpito meno di due settimane fa quando, alticcio, per un intero pomeriggio aveva riservato lo stesso trattamento ai carabinieri.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trenta telefonate al 113 nel corso della notte: torna in azione il mitomane delle emergenze

PadovaOggi è in caricamento