Litigi esplosivi: uno accoltella il collega, l'altro minaccia il titolare e scappa nei campi

Protagonisti di due distinte vicende sono due stranieri residenti nell'Alta. Un africano ha ferito un compagno di lavoro, un moldavo ha opposto resistenza finendo in arresto

Il coltello a serramanico usato dal giovane africano per colpire il collega

Ore di animi surriscaldati in provincia, con i carabinieri impegnati a sedare due violenti litigi che hanno portato a una denunce e un arresto.

Le minacce al meccanico...

Il primo episodio si è svolto alle 19 in un'officina di Vigonza, dove a fronteggiarsi c'erano un cliente insoddisfatto e il titolare. Il 36enne moldavo Ion Cheptene si è presentato poco prima dell'orario di chiusura. Quando si è trovato davanti il proprietario lo ha affrontato, accusandolo di averlo imbrogliato facendogli pagare una riparazione mai eseguita. L'acceso confronto si è concluso con una sequela di insulti e minacce gravissime da parte del cliente, che è poi risalito in macchina e scappato.

...e la fuga al posto di blocco

Minacce che non hanno lasciato indifferente il meccanico, che ha avvisato i carabinieri fornendo la descrizione del moldavo e dell'auto. Alle 23.30 lo hanno rintracciato lungo la regionale 308 nel comune di Cadoneghe. Alzata la paletta e bloccato il veicolo è successo l'impensabile: l'uomo è sceso, ha scavalcato il guard rail ed è scappato a piedi nei campi lungo la strada. Dopo qualche decina di metri con i carabinieri alle calcagna si è fermato, ma controllarlo non è stato semplice perché si è categoricamente rifiutato di dire il suo nome. Portato in caserma, Cheptene è stato identificato e arrestato per resistenza a pubblico ufficiale. Dopo una notte nelle celle di sicurezza, martedì mattina era atteso in tribunale per la direttissima.

Coltellate al collega

É stato invece denunciato con la pesante accusa di lesioni aggravate il 26enne della Sierra Leone K.V. residente nel capoluogo. Dipendente di un'azienda agricola di Villanova di Camposampiero, il giovane africano lunedì ha avuto una feroce discussione con un collega romeno di 22 anni. Erano impegnati nei campi quando è cominciata la lite, andata avanti per diversi minuti. In preda alla rabbia il 26enne ha poi afferrato un coltello e colpito il rivale, sfregiandolo. La vittima è corsa al pronto soccorso, dove lo hanno medicato e dimesso con una prognosi di 21 giorni. Nel frattempo sono stati avvisati i carabinieri, che hanno rintracciato e denunciato l'aggressore. Indagini in corso per capire il movente dietro tanta violenza.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il trattore trancia un tubo di gasolio: la perdita fa scoprire l'allacciamento abusivo

  • Stroncato da un malore: imprenditore muore nell'azienda fondata quarant'anni fa

  • Tremendo schianto fra tre mezzi: centauro trentenne muore in ospedale

  • Tragedia sulle montagne trentine: morti due scalatori padovani

  • Vintage Festival, festa dell’uva e del vino, incontri culturali e sagre: il weekend a Padova

  • Evasione fiscale: le fiamme gialle confiscano 500mila euro di beni a un imprenditore

Torna su
PadovaOggi è in caricamento