Cronaca Ospedaletto Euganeo

Minaccia con una pistola assistente sociale, badante e agente: sequestrate le armi

Un cinquantenne della Bassa Padovana è stato denunciato dopo aver minacciato, lunedì mattina, tre persone all'interno della sua abitazione con la riproduzione di un'arma da fuoco

Intervento ad alta tensione nella tarda mattinata di lunedì per i carabinieri di Este, chiamati a calmare le ire di un uomo di 56 anni di Ospedaletto Euganeo.

Minacce e pistola puntata

Poco prima un'assistente sociale e un agente della polizia locale avevano raggiunto l'abitazione del padovano per un servizio di assistenza. In casa vi erano l'uomo e la persona che lo aiuta con le faccende domestiche. Trovandosi in casa le nuove presenze, il 56enne aveva perso la calma tanto da impugnare una pistola e rivolgerla verso gli altri tre. Mentre venivano pesantemente minacciati erano riusciti a chiedere aiuto al 112.

Le armi

All'arrivo dei carabinieri l'uomo si è calmato e ha deposto l'arma, venendo preso in carico dal personale sanitario nel frattempo giunto in loco. Sentite le testimonianze dei presenti, i militari hanno perquisito l'abitazione recuperando la pistola che si è rivelata essere un'arma da softair, perfetta riproduzione di una Beretta a cui era stato tolto il tappo rosso obbligatorio per legge. Con quella sono finiti sotto sequestro anche un coltello e un'accetta. A fronte della situazione, il 56enne è stato denunciato per minacce.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minaccia con una pistola assistente sociale, badante e agente: sequestrate le armi

PadovaOggi è in caricamento