Cronaca

Perde il fucile dal tetto dell'auto: ore di apprensione per la sorte dell'arma

Oltre al dispiacere e alla preoccupazione è costata anche una denuncia per omessa custodia la disavventura che ha coinvolto giovedì un trentacinquenne padovano

(foto: archivio)

Una fatale dimenticanza nel partire a bordo dell'auto senza controllare il tettuccio è costata cara all'uomo, che ora deve fare i conti con una denuncia.

La disavventura

Giovedì il 35enne era nella sua abitazione di Mestrino, intento a lavare e pulire un fucile che deteneva con regolare porto d'armi. Lo ha smontato, sistemato, ricomposto e posato sul tetto della sua auto per sfruttare il tempore del sole e farlo asciugare più rapidamente. Qualche tempo dopo, dovendo sbrigare una commissione, si è messo alla guida e ha ingranato la marcia uscendo dal giardino di casa e immettendosi in strada. Solo arrivato a destinazione si è però ricordato dell'arma, che a quel punto sopra la vettura non c'era più. Agitatissimo ha rifatto il percorso all'indietro, cercando ovunque potesse essere finito il fucile. Una ricerca infruttuosa, che ha sollevato il sospetto che qualcuno potesse averlo trovato impadronendosene. A quel punto si è rivolto ai carabinieri, che oltre ad avviare le ricerche hanno dovuto denunciarlo per omessa custodia d'arma da fuoco.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perde il fucile dal tetto dell'auto: ore di apprensione per la sorte dell'arma

PadovaOggi è in caricamento