Ubriaco e armato di coltello: si teme l'aggressione, ma sta accadendo tutt'altro

A notare quello che sembrava un litigio tra stranieri è stata una volante della polizia. In questura si è scoperto che l'uomo armato voleva farsi del male e l'amico cercava di calmarlo

(foto: archivio)

Sono le 8.20 di domenica mattina quando gli agenti di pattuglia alla Stanga notano due uomini in via Venezia. Si agitano, uno grida e gesticola. Quando vedono che ha un coltello temono possa aggredire l'altro e intervengono. Ma quella che viene a galla è tutta un'altra storia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il controllo

I due tunisini vengono fermati: uno è ragionevole, invece l'altro, di 36 anni, è visibilmente alterato e brandisce il coltello da cucina. Gli agenti riescono a disarmarlo ed entrambi finiscono in questura. Mentre quest'ultimo continua a biascicare frasi sconnesse l'amico spiega l'accaduto. Non stavano litigando, stava cercando di evitare che il 36enne si ferisse. Dopo aver bevuto e assunto dello stupefacente aveva perso la testa, minacciando di farsi del male. L'altro lo aveva seguito fino in strada, cercando invano di calmarlo. Nessuna lite o aggressione dunque, ma l'episodio è costato al tunisino armato una denuncia per porto ingiustificato di oggetti atti a offendere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lavoravano in nero e percepivano il reddito di cittadinanza: scoperti dalla guardia di finanza

  • Tragedia nell’Alta Padovana: malore improvviso, 16enne perde la vita

  • Ex seminario Tencarola venduto a società bergamasca

  • Il sorpasso azzardato causa lo scontro tra auto: un ferito elitrasportato in ospedale

  • Sgomberato l'hotel Sollievo Terme: all'interno c'erano una cinquantina di persone

  • Coronavirus, positivi 5 bambini del centro estivo e 8 ragazzi tornati dalla vacanza in Croazia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento