Il litigio in piazza finisce a bottigliate: aggredisce il rivale, disarmato dai militari

Un giovane di origine straniera è stato denunciato martedì al termine di un violento alterco avuto con un connazionale a cui ha scagliato contro una bottiglia di vetro

(foto: archivio)

Litigio ad alta tensione martedì pomeriggio a Piove di Sacco, a pochi metri dalla caserma dei carabinieri che si sono precipitati in strada bloccando e denunciando un giovane africano.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La lite

Il parapiglia pomeridiano è scoppiato in piazzale Serenissima, il grande parcheggio tra le vie Marcato e Michiel. Protagonisti di una discussione ben presto degenerata e dai toni particolarmente agitati sono stati due uomini nigeriani. Uno in particolare dopo aver inveito contro il connazionale è passato a minacciarlo apertamente per colpirlo con una bottiglia di vetro. A quel punto il fragore ha richiamato su posto i militari, che sono riusciti a fermare e disarmare il 24enne A.I. Trasferito in caserma, il giovane è stato identificato e successivamente denunciato per minaccia aggravata e porto abusivo di oggetti atti a offendere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, il primo aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Clamoroso, dopo 2 giorni di attività il Gasoline chiude: «Troppi rischi, gettiamo la spugna»

  • Tragico schianto nella serata di domenica: morta una donna, centauro ferito

  • Schianto fatale contro un platano: donna muore tra le lamiere della sua auto

  • Coronavirus, il primo aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Coronavirus, Zaia: «Ecco la nuova ordinanza con le riaperture del 25 maggio e del primo giugno»

Torna su
PadovaOggi è in caricamento