Automobilisti indisciplinati e violenti: patente revocata, coltelli e tirapugni

Nell'ambito di un ampio servizio di controllo svolto nella giornata di giovedì dai carabinieri del capoluogo, due uomini sono stati denunciati al termine di una verifica stradale

(foto: archivio)

Un 60enne e un 39enne, accomunati dalla denuncia che li ha colpiti dopo che giovedì pomeriggio sono incappati in due distinti posti di blocco allestiti dalla compagnia dei carabinieri di Padova sul territorio di competenza.

Senza patente, oppone resistenza

Il 60enne padovano C.T. viaggiava a bordo della sua auto nel comune di Cadoneghe quando si è visto intimare l'alt. Alla richiesta dei documenti non ha potuto che confessare: la patente non poteva fornirla ai militari perché gli era stata revocata quasi quattro anni fa, mentre il veicolo era sottoposto a sequestro amministrativo. Irregolarità pesanti, per le quali non si sarebbe mai dovuto mettere alla guida e che gli sono valse una pesante sanzione. All'ammenda si è però aggiunta la denuncia penale poiché mentre i carabinieri stilavano il verbale lui ha opposto una vivace resistenza.

Armi in auto

É invece di porto abusivo di armi l'accusa che ha colpito R.A., 39enne veneziano incappato in un post di blocco in via Tommaseo a Padova. All'interno dell'abitacolo infatti i militari hanno recuperato due coltelli a serramanico e un tirapugni metallico. Interrogato sul motivo della presenza di quegli oggetti nell'auto, il veneziano non ha saputo fornire una motivazione valida ed è pertanto stato denunciato mentre i tre pezzi finivano sotto sequestro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Furto in negozio

Nell'ambito degli stessi controlli ad ampio raggio una terza denuncia ha colpito il 34enne tunisino J.M., scoperto dalla vigilanza del supermercato Prix di via Montà mentre cercava di uscire dal negozio con della merce nascosta addosso. Sul posto è stato richiesto il supporto dei militari che si sono fatti riconsegnare la refurtiva del valore di circa 30 euro e hanno formalizzato l'accusa di tentato furto nei confronti del nordafricano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto in moto tornando a casa, diciottenne Padovano perde la vita

  • Caccia senza licenza e in giorno di silenzio venatorio: denunciato 71enne

  • Live - Nuovo Dpcm in arrivo nel weekend: si va verso il coprifuoco

  • Coronavirus, Crisanti: «Siamo in un mare in tempesta. Secondo lockdown? Sarebbe inutile»

  • Coronavirus, Zaia: «Stiamo iniziando a entrare nel vivo della battaglia»

  • A piedi lungo la tangenziale, giovane viene investito all'alba: è grave

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento