menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In città nonostante il divieto di ritorno, e in sella a una bici elettrica rubata: scatta l'ennesima denuncia

L'uomo aveva con sé anche uno zaino contenente arnesi da scasso ed è colpito dalla misura dell'obbligo di dimora a Campolongo Maggiore (Venezia)

Non solo non doveva essere lì, ma aveva con sé anche una bici rubata: la polizia ha denunciato un uomo di origini tunisine per ricettazione.

I fatti

È accaduto a Padova intorno alle 17 di giovedì 15 aprile: una volante del Commissariato Stanga stava transitando in via Mancinelli quando i poliziotti hanno notato il nordafricano fermo con una bici elettrica di rilevante valore e uno zaino contenente arnesi da scasso. Accompagnato in Questura, l'uomo è stato fotosegnalato, risultando gravato dalla misura dell'obbligo di dimora a Campolongo Maggiore (Venezia) oltre a essere colpito dal divieto di ritorno nel comune di Padova per tre anni a partire dallo scorso novembre. Il tunisino ha detto di essere entrato in possesso della bici a Fiesso d'Artico ma senza spiegare come, e di essere diretto in stazione per venderla: è bastato un rapido controllo per scoprire che la bicicletta era stata rubata proprio a Fiesso d'Artico. L'uomo, recidivo per gli stessi reati (era già stato denunciato per furto di biciclette e possesso ingiustificato di chiavi e grimaldelli) e inottemperante nell'ultimo mese per ben quattro volte all'obbligo di dimora, è stato denunciato per ricettazione. È stato inoltre chiesto all’autorità giudiziaria l’aggravamento della misura cautelare violata.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento