Sfasciano il locale durante la rissa, indagini internazionali per rintracciare i partecipanti

Hanno ora un nome e un volto i giovani stranieri protagonisti di una violenta rissa che lo scorso novembre ha causato il ferimento di una persona e ingenti danni a un ristorante

I carabinieri davanti al fast food dove si è consumata la rissa

A identificarli e denunciarli, dopo una lunga e minuziosa indagine, sono stati i carabinieri di Camposampiero intervenuti all'epoca dei fatti subito dopo lo scontro. Era il 4 novembre quando all'interno di un fast food dell'Alta si sono vissuti momenti di pura violenza.

La rissa

Diversi ragazzi di origine straniera si erano ritrovati al Kebap da Mimmo di via Cordenons. É bastato poco per far scattare la scintilla che ha dato l'innesco a un litigio furibondo sfociato in una vera e propria rissa. Sei gli uomini coinvolti, che a suon di calci e pugni hanno fatto finire al pronto soccorso uno di loro, medicato e dimesso con una prognosi di due settimane. A fare le spese della zuffa è stato però anche il locale, che seppur estraneo ai fatti in quel parapiglia ha subito diversi danni con il proprietario che si è trovato a dover sborsare trecento euro per le riparazioni.

Le indagini

I litiganti erano riusciti a far perdere le proprie tracce prima dell'arrivo dei carabinieri, che da quel giorno hanno avviato una serie di controlli incrociati per rintracciarli. Sono giunti fino in Austria e poi ancora nell'Est Europa prima di poter mettere la parola "fine" sulla vicenda. Fondamentale è stato il ricorso a un progetto di cooperazione internazionale, che grazie a un accordo con i Paesi dell'Est permette di accedere a diverse banche dati relative a persone e veicoli. Così sono stati individuati sei uomini romeni tra i 24 e i 33 anni. Sono B.M. (33), M.M.A. e C.G. (entrambi 32), C.N. (31), P.P. (30) e P.G. (24), tutti indagati in concorso per rissa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Inferno in autostrada: esplode tir, carbonizzato l'autista, feriti due lavoratori

  • Luca Zaia attacca Poiana: «Non si può andare in tv a sputtanare il Presidente della Regione, ditelo a Pennacchi»

  • Tragedia lungo l'autostrada: padovano schiacciato sotto il suo camion

  • 30 secondi di pura magia: il video spot del Natale a Padova

  • Un corpo riaffiora dal canale. Il deambulatore abbandonato prima della tragedia

  • Scopre due persone che dormono nel suo garage: una era la proprietaria dell'immobile

Torna su
PadovaOggi è in caricamento