La droga non è buona, scoppia la rissa tra pusher e volano coltellate. Due feriti

Tre uomini, tutti di origine marocchina, devono rispondere a vario titolo delle accuse di rissa, spaccio e porto abusivo di armi. A fine ottobre la feroce aggressione a colpi di lama

Il materiale sequestrato dai carabinieri

Uno screzio nel mondo dello spaccio aveva portato a una furibonda rissa fra tre persone, finita con due feriti. A un mese e mezzo dal fatto per i tre partecipanti sono scattate le denunce.

La rissa e le coltellate

L'indagine culminata giovedì con la notifica dei tre provvedimenti è nata il 20 ottobre scorso. Quel pomeriggio a Montagnana tre uomini marocchini residenti in Veneto si erano dati appuntamento per un regolamento di conti nell'ambito dello spaccio e l'incontro era finito a coltellate. S.K. e A.R., pregiudicati di 39 e 40 anni di Borgo Veneto e Veronella, si erano presentati da K.M., 40enne di Masi. Quest'ultimo aveva ceduto loro dell'hashish tempo prima, sostanza che non aveva però soddisfatto i due acquirenti. Senza mezzi termini hanno rinfacciato a K.M. di averli imbrogliati rifilando loro merce di pessima qualità. Ne era nata una zuffa in cui lo spacciatore, estratti due coltelli, avea ferito i rivali. S.K. era stato colpito da fendenti a una mano, alla testa e al torace rimediando venti giorni di prognosi. Poco meglio era andata ad A.R., centrato da una coltellata al polpaccio.

Le indagini

La gravità dell'episodio ha portato sulle loro tracce i carabinieri di Montagnana che, identificati i tre partecipanti alla rissa, hanno perquisito l'abitazione di K.M. con l'ausilio di un'unità cinofila. In casa c'erano 20 grammi di hashish, un cellulare usato dal 40enne per organizzare le cessioni di droga, una pistola giocattolo e i coltelli usati per l'aggressione. All'esterno, poco lontano, sono stati recuperati altri 47 grammi di stupefacente interrati in un prato, che però non v'è certezza che appartengano all'uomo, anche se i sospetti puntano su di lui. A fronte delle prove raccolte i militari hanno denunciato i tre per rissa e detenzione a fini di spaccio, mentre K.M. deve rispondere anche di porto abusivo di arma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Ricoveri in ospedale, tutte le province venete in Fase 5 tranne Padova»

  • Femminicidio nella notte a Cadoneghe: uomo uccide la moglie a coltellate

  • Tragedia nel pomeriggio: auto esce di strada, morto un 19enne e grave un coetaneo

  • Zaia: «Ecco la nuova ordinanza. Ridotta capienza nei negozi e nei centri commerciali»

  • Il Covid si porta via a 67 anni lo storico pasticcere di Mestrino. Morto anche un giovane professore

  • Paolo Mocavero condannato, Roberto Baggio vince anche in tribunale

Torna su
PadovaOggi è in caricamento