menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sassi scagliati per "gioco" contro gli autobus in Riviera: preso il colpevole

Il 21enne ha detto di aver bevuto troppo quella sera: è stato riconosciuto dagli agenti grazie ad alcuni dettagli dell'abbigliamento. Lo scorso 6 marzo aveva rotto il finestrino di un bus con un sasso in Riviera Tito Livio

È stato individuato e denunciato per danneggiamento e interruzione di pubblico servizio dalla polizia il ragazzo che aveva tirato sassi contro l’autobus in Riviera Tito Livio, rompendo un finestrino. Si tratta di un 21enne di origine marocchine residente a Agna, operaio con precedenti per furto, lesioni e minacce.

Le indagini

Tre sassi. Tanti quanti ne ha lanciati lo scorso 6 marzo prima di prendere in pieno il finestrino dell’autobus in Riviera Tito Livio e scappare. La Squadra mobile si è messa subito alla ricerca del colpevole, una ricerca resa ancora più difficile dal successivo lockdown per il periodo di Pasqua visto che gli spostamenti non consentiti hanno reso difficile la sua individuazione. Esaminando i filmati delle telecamere i poliziotti hanno notato tra i ragazzi che sostavano in zona quella sera, un giovane con un cappellino da baseball. Aveva preso alcuni sassi e ha come giocato al tiro al bersaglio con tram e autobus, fino a centrarne uno. Poi è fuggito. Lì non si è più visto. Questo dettaglio ha fatto presumere che si trattasse di una persona che non viveva in città e proprio per questo si trovava alla fermata dell’autobus. Gli agenti hanno atteso che riprendessero gli spostamenti, convinti che prima o poi sarebbe tornato, e avevano ragione. 

La cattura

Sabato 10 aprile i poliziotti in borghese che in quel momento erano per strada per un servizio antiscippo lo hanno individuato: lo hanno riconosciuto subito dagli occhiali da vista, dal cappellino e dalla particolare mascherina identica a quella indossata il 6 marzo. Ha ammesso subito le proprie responsabilità. Ha detto di aver bevuto un po’ troppo quella sera e di non aver pensato di poter ferire qualcuno. Il ragazzo non ha nulla a che fare con gli episodi di Chiesanuova e di Torre. La Procura ha già aperto un procedimento penale e il questore sta valutando una misura di prevenzione personale. 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Padova usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento