I residenti fanno trovare la droga abbandonata dai pusher in giardini e piazze

I dispositivi contro il traffico di stupefacenti messi in piedi dai carabinieri di Padova hanno consentito di recuperare diversi etti di droga e denunciare uno spacciatore

I militari del Norm con la droga e i contanti sequestrati

Nella giornata di domenica, grazie alla collaborazione dei cittadini, in alcune zone della città note per il traffico di droga i militari hanno sequestrato marijuana e hashish.

Stupefacente abbandonato

Due le segnalazioni fondamentali, ricevute telefonicamente da alcuni residenti di via Schiavone, all'Arcella, e di piazza de Gasperi, nei dintorni della stazione ferroviaria. La prima, nella piazzetta vicino a via Tommaseo, ha permesso di trovare 150 grammi di marijuana nascosti tra le aiuole, mentre altri 290 grammi di hashish in diverse confezioni sono stati scovati in un giardino privato di via Schiavone. In entrambi i casi la droga, sequestrata a carico di ignoti, è stata abbandonata dai pusher.

Fermato lungo il fiume

Ed è accusato di essere uno spacciatore il trentenne tunisino A.I., individuato nell'area dietro all'Hotel Galileo, lungo il Piovego in zona Portello. L'uomo è stato fermato in sella a una bicicletta nella nota zona di spaccio e ha dovuto consegnare 2 grammi di hashish e 405 euro, ritenuti proventi della sua attività illecita. In virtù di diversi precedenti, lo straniero è stato denunciato.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Festa del Salone, incontri, fiere, mercatini e sagre: gli eventi del weekend a Padova

  • Trova un rotolo di banconote per terra e lo consegna alla polizia locale: succede nell'Alta

  • Violento schianto contro un platano: conducente estratto dalle lamiere e trasportato in ospedale

  • Tragedia sul lavoro: muore l'imprenditore Tiziano Faccia, fratello dei Serenissimi del Tanko

  • Giallo ai piedi della Specola, due cadaveri in casa: sono due fratelli

  • Caso Tigotà: gli audio di una capo-area che smascherano l'organizzazione dello sciopero

Torna su
PadovaOggi è in caricamento