«Mi hanno rapinato», invece il bottino era in casa: denunciata la finta vittima

Deve rispondere di simulazione di reato il giovane della Bassa che ha inutilmente allertato i carabinieri millantando una rapina mai avvenuta. Resta da capire il motivo del gesto

Il materiale che ha portato alla denuncia del giovane

Sembrava vittima di un atto violento, che ha raccontato con dovizia di particolari alle forze dell'ordine. Invece una perquisizione lo ha smascherato e portato alla denuncia.

La richiesta di aiuto

A fare i conti con l'accusa di simulazione di reato è O.B.H., 24enne di Piacenza d'Adige pregiudicato. Lo scorso 27 giugno si è presentato in caserma per sporgere querela contro ignoti. A suo dire era stato rapinato subendo il furto di uno zaino. Un racconto dettagliato quello reso ai militari, descrivendo la Ford Ka che lo avrebbe affiancato e disarcionato dalla bicicletta lungo la strada. Ha anche descritto lo zainetto verde che avrebbero rubato, che aveva all'interno un flacone di metadone e i suoi documenti.

Smascherato

Dettagli tanto accurati ma anche qualcosa che non quadrava. E grazie alle parole del ragazzo una perquisizione nella sua abitazione lo ha messo in scacco. Lì infatti è stato trovato lo zainetto che ha fatto crollare il giovane. Denunciato, gli accertamenti ora proseguono per fare piena luce sulla vicenda e capire cosa possa averlo spinto a simulare la rapina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gravissimo incidente, esce di strada e si schianta nel fosso: muore un 56enne

  • «Bisogna mozzargli mani e piedi»: minacce via Facebook al sindaco di Cadoneghe

  • Schianto in moto: ricoverato in gravi condizioni Fausto Dorio, sindaco di Villafranca

  • Scoperti due boss dello spaccio nella Bassa: i clienti per proteggerli finiscono denunciati

  • Donna falciata in strada davanti al Cnr: centrata da un’auto è gravissima

  • Rapina al bar: titolare legato e minacciato dai banditi armati dopo la chiusura

Torna su
PadovaOggi è in caricamento