menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto: archivio)

(foto: archivio)

Derubata al pronto soccorso, sporge querela ma viene smascherata: ha inventato tutto

É costata una denuncia per simulazione di reato la bugia rifilata da una giovane straniera ai carabinieri, che sulla scorta della sua querela hanno avviato un'indagine

L'esatto motivo che ha spinto una ragazza dell'Alta Padovana a inscenare un falso furto resta ancora da capire. Quel che è certo è che l'incauta scelta le si è ritorta contro, facendola finire denunciata.

Il furto inventato

Il provvedimento è scattato lunedì, a tre mesi dall'inizio dell'indagine che ha incastrato la 23enne moldava M.M. Residente a Galliera Veneta, lo scorso ottobre si era presentata alla caserma di Cittadella raccontando di aver subito un furto. Secondo la sua versione qualcuno l'aveva derubata di alcune banconote mente si trovava nell'astanteria del pronto soccorso della cittadina murata, dove prestava assistenza a una donna anziana. La giovane aveva formalizzato una querela contro ignoti, facendo di fatto aprire un'indagine ufficiale.

La denuncia

Indagine che però ha fatto crollare il castello di bugie della 23enne, poiché gli inquirenti hanno dimostrato con certezza che quel furto non era mai avvenuto. A fronte delle prove raccolte M.M. non solo è stata smentita ma è stata colpita a sua volta da una denuncia per simulazione di reato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Il Sant'Antonio di Evyrein compare in centro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento