Prima pagati, poi scomparsi e infine denunciati: truffa sull'asse Padova-Venezia-Treviso

Denunciati per sostituzione di persona, truffa e riciclaggio un 56enne di Treviso e un 26enne ghanese residente a Venezia

Sostituzione di persona, truffa e riciclaggio: tripla denuncia da parte dei carabinieri di Campodarsego nei confronti di M.A., 26enne ghanese residente a Venezia, e M.B., 56enne di Treviso.

I fatti

Tutto ha inizio nel novembre del 2018, quando i due si mostrano interessati all’acquisto di un banco frigo messo in vendita sul sito “kijiji.it” da un 58enne di Campodarsego. Ed è in quel momento che scatta la truffa: utilizzando un'utenza telefonica di una persona estranea ai fatti, i due uomini sono riusciti ad ingannare il padovano riuscendo a farsi accreditare 400 euro su una carta PostePay rendendosi immediatamente irreperibili. Si è poi scoperto che parte della somma è stata prelevata mentre la restante è stata trasferita su un'altra tessera PostePay.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro: muore l'imprenditore Tiziano Faccia, fratello dei Serenissimi del Tanko

  • Trova un rotolo di banconote per terra e lo consegna alla polizia locale: succede nell'Alta

  • Violento schianto contro un platano: conducente estratto dalle lamiere e trasportato in ospedale

  • Giallo ai piedi della Specola, due cadaveri in casa: sono due fratelli

  • Colpo grosso al centro commerciale: rubato materiale tecnologico per 30mila euro

  • Caso Tigotà: gli audio di una capo-area che smascherano l'organizzazione dello sciopero

Torna su
PadovaOggi è in caricamento