rotate-mobile
Cronaca Santa Rita / Via Giacomo Leopardi

Spari sui ragazzini all'uscita di scuola. Identificati i cecchini improvvisati

Poteva avere esiti gravissimi la bravata costata una doppia denuncia a due studenti ventenni. Dall'appartamento di uno dei due hanno esploso vari pallini con un fucile da softair

Hanno 23 e 20 anni i giovani protagonisti della sparatoria che ha rischiato di coinvolgere gli alunni della scuola media Todesco di via Leopardi. Armati di fucile a molla, hanno scaricato diversi pallini sul cortile dell'istituto al momento dell'uscita degli studenti.

Il fatto

É il pomeriggio di lunedì, il piazzale è pieno di ragazzi che frequentano le attività pomeridiane. Più di uno si rende conto di qualcosa di strano: sull'asfalto rimbalzano numerosi pallini di plastica. Qualcuno sta sparando con un'arma giocattolo, un proiettile sfiora un adolescente. Scatta l'allarme e vengono avvertiti i carabinieri, ma quando arrivano la sparatoria è già cessata.

I colpevoli

Partono le indagini: escludendo che sia stato qualcuno di passaggio, a piedi o in auto, i colpi dovevano provenire da una delle abitazioni che affacciano su via Leopardi. Nel giro di due giorni i responsabili hanno un nome e un volto. Sono G.A., 20enne di Roma, e M.M. 23enne padovano. Da casa sua, dalla finestra della camera da letto, sono stati esplosi i colpi. Hanno usato un fucile a molla di precisione, arma giocattolo simile a quelle usate per il softair con tanto di mirino.

Il precedente

Ignoti i motivi del pericoloso gesto, che fortunatamente non ha ferito nessuno. Bravata o folle scelta deliberata, la coppia è stata denunciata e il fucile sequestrato insieme ad alcune munizioni. Un fatto analogo lo scorso settembre scosse l'Arcella, dove un 17enne si era improvvisato cecchino sparando in strada in via Selvatico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spari sui ragazzini all'uscita di scuola. Identificati i cecchini improvvisati

PadovaOggi è in caricamento