Cronaca Cave / Via Ulisse Dini

Paga il gelato con la banconota falsa: durante la lite con il fattorino arriva la polizia

Una donna padovana è finita denunciata martedì sera per l'utilizzo di un taglio da 50 euro evidentemente contraffatto che ha cercato di rifilare al dipendente di un locale

(foto: archivio)

Una furiosa lite e una denuncia penale per qualche pallina di gelato. Sono i contorni dell'episodio verificatosi martedì nel quartiere Cave che ha richiesto l'intervento della polizia affinchè gli animi fossero sedati.

Dalla lite alla denuncia

Il diverbio è nato attorno alle 18, quando il fattorino ha consegnato a domicilio a una 32enne padovana la vaschetta di gelato che lei stessa aveva poco prima richiesto. A fronte del costo di 8 euro la donna ne ha consegnati 50, ma la banconota era già all'apparenza molto diversa da quelle originali. Il fattorino ha rifiutato di incassarla e davanti alle insistenze della cliente i due hanno ben presto alzato i toni. Per trovare una soluzione è servito l'intervento di una volante, con gli agenti che una volta visionato il denaro hanno dato ragione al dipendente. La 32enne, interrogata sulla provenienza della banconota, ha risposto in modo vago, sostenendo di averla avuta da un commerciante ma senza essere in grado di indicare il negozio o il momento preciso. Per questo è stata denunciata con l'accusa di spendita di denaro falsificato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paga il gelato con la banconota falsa: durante la lite con il fattorino arriva la polizia

PadovaOggi è in caricamento