Furto di gruppo puntando la cassa del vivaio: il proprietario smaschera le aspiranti ladre

Tre donne di origine rom sono state denunciate mercoledì dopo un tentativo di furto ai danni di un'azienda agricola dell'Alta. La refurtiva è stata recuperata e restituita

I carabinieri nella sede dell'azienda agricola dove è stato sventato il furto

Hanno approfittato di un momento di distrazione del personale per arraffare le banconote contenute nel registratore di cassa, ma il loro gesto non è sfuggito al titolare che ha chiamato i carabinieri.

Colpo sventato

La telefonata che segnalava il furto in atto è arrivata alla centrale operativa del 112 alle 19.20 di mercoledì. A chiamare era il proprietario di un'azienda agricola di Cittadella con annesso vivaio per la vendita dei prodotti. L'uomo poco prima si era accorto degli strani movimenti di tre donne, due sulla quarantina e una terza più giovane, che approfittando della momentanea lontananza del personale avevano arraffato del denaro posto sotto la cassa. All'arrivo della pattuglia il trio è stato bloccato con addosso i 300 euro mancanti, poi restituiti al legittimo proprietario. Nei confronti di C.S., 41enne di Misano Adriatico, S.K., 43enne di Castelfranco Veneto, e C.M., 24enne di Viareggio, è scattata una denuncia in concorso per tentato furto.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esce dal garage con la Porsche e si maciulla una gamba: grave incidente per un assicuratore

  • Gioca 5 euro, ne incassa 500mila: colpaccio col "Gratta e Vinci" in provincia di Padova

  • Tra incredulità e gioia: al ristorante Radici di Padova si presenta Martin Scorsese

  • Gravissimo scontro tra un'auto e un camion: muore una donna di 52 anni

  • Ristorante la sera, discoteca abusiva la notte: dopo il blitz stop ai balli

  • Tragedia al Portello: dalle acque del Piovego affiora un cadavere

Torna su
PadovaOggi è in caricamento