Sfuma la spaccata del ladro solitario, i vestiti lo incastrano. Furto a segno in un negozio

Individuato il presunto responsabile di un colpo mancato domenica in pieno giorno, ripreso nitidamente dalle telecamere. Nella notte è stato invece svaligiato uno store della Stanga

I carabinieri durante il sopralluogo in via del Plebiscito

Meno di ventiquattro ore. Tanto è durata la fuga del trentanovenne rintracciato e denunciato lunedì mattina perché ritenuto l'autore del furto sfumato ai danni di un locale tra l'Arcella e Mortise.

Il colpo

Sono le 12.30 di domenica quando i carabinieri intervengono per un sopralluogo in via del Plebiscito. Una delle vetrate del Festival Snack Bar, nel piazzale del distributore di benzina Ip, è sfregiata ma ancora in piedi. Ha resistito ai colpi di un tombino di ghisa con cui un bandito ha tentato di sfondarla per rubare all'interno del locale che quel giorno rimane chiuso. Gli indizi sono pochi, perciò gli inquirenti visionano subito le immagini delle telecamere puntate sul piazzale. I frame sono nitidi e il puzzle comincia a ricomporsi.

Immagini inequivocabili

Si vede chiaramente un uomo: è solo, recupera un pesante tombino e lo scaglia sul vetro. La vetrina resiste e lui abbandona il piano criminale allontanandosi. É successo circa due ore prima, alle 10.30, in pieno giorno. É una strada di passaggio, ma le auto in transito sono molte, la pompa di benzina è in funzione e attorno ci sono diverse case: si tratta decisamente di un colpo avventato. I video permettono ai carabinieri di riconoscere un volto arcinoto alle forze dell'ordine. Pluripregiudicato, è un italiano senza fissa dimora che da tempo bazzica in zona.

La denuncia

Non avendo un domicilio rintracciarlo è difficile, ma i militari si mettono in moto e lunedì mattina lo trovano in città. Ha ancora addosso gli stessi abiti del giorno prima. In caserma B.S., trentanovenne, viene interrogato e denunciato con l'accusa di tentato furto aggravato. Ora le indagini proseguiranno per inchiodarlo alle sue responsabilità.

Negozio svaligiato

É invece andato a segno il colpo ai danni di Bimbostore, il grande negozio specializzato nella vendita di articoli per l'infanzia al civico 86 di via Venezia. Ignoti gli autori di questo secondo furto, entrati in azione nella notte tra domenica e lunedì. Sulle loro tracce ci sono i carabinieri, intervenuti per il sopralluogo che ha evidenziato l'effrazione di una porta secondaria. Da lì i banditi (che potrebbero aver agito in gruppo) si sono introdotti nel grande magazzino rubando alcuni capi di abbigliamento e giocattoli. Il valore della merce trafugata e il danno alla struttura sono ancora in fase di quantificazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Inferno in autostrada: esplode tir, carbonizzato l'autista, feriti due lavoratori

  • Tragedia in serata: uomo azzannato dai suoi rottweiler viene trovato senza vita dalla compagna

  • Sorpresa dalle previsioni meteo: neve in arrivo anche a Padova e provincia?

  • Tragedia lungo l'autostrada: padovano schiacciato sotto il suo camion

  • Scopre due persone che dormono nel suo garage: una era la proprietaria dell'immobile

  • Rubano un'auto con dentro un bimbo e si schiantano: tre ladri in manette, erano ubriachi

Torna su
PadovaOggi è in caricamento