Tenta il furto in chiesa "pescando" le offerte: in tasca ha centinaia di euro in monetine

Un 41enne che bazzica nell'Alta Padovana è stato scoperto all'esterno di un edificio religioso. Le telecamere lo hanno fatto desistere, ma si pensa che avesse già colpito altrove

I carabinieri davanti alla chiesetta della Madonna della Salute

Metro avvolgibile, nastro biadesivo e poi i soldi. Tanti soldi, tutti in contanti e in spiccioli. É il ritratto del ladruncolo a caccia di offerte quello tratteggiato durante il controllo che ha portato alla denuncia di O.M. martedì a Camposampiero.

Scoperto

L'uomo, romeno 41enne che risulta domiciliato a Piombino Dese ma di fatto senza fissa dimora, è stato notato alle 13 di martedì mentre si aggirava con fare sospetto nel centro del paese. Muovendosi tra piazza Castello e via Madonna delle Grazie, per diversi minuti è rimasto all'interno della chiesetta della Madonna della Salute. Una volta uscito è stato fermato dai carabinieri per un controllo e quel che aveva addosso ha lasciato ben pochi dubbi sul motivo della sua visita alla cappella.

Tentativo sfumato

Con sé aveva un metro avvolgibile e all'estremità vi aveva attaccato dello scotch biadesivo. Il risultato era una sorta di canna da pesca rudimentale, da infilare nella feritoia delle cassette delle offerte per "agganciare" banconote e monetine. Nella chiesetta però l'aspirante ladro non ha colpito: a confermarlo sono le immagini delle telecamere, che lo hanno ripreso mentre si avvicina all'obiettivo e studia la situazione. Proprio il fatto di essersi accorto dell'impianto di sorveglianza lo avrebbe però fatto desistere.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le accuse

A giustificare la denuncia per tentato furto aggravato è stato però il denaro che aveva addosso. Seicento euro totali, di cui cinquecento in banconote di piccolo taglio e cento in monete. Una quantità e una tipologia che hanno fatto presumere che il 41enne avesse agito in altri luoghi. Per accertarlo i carabinieri hanno aperto un'indagine e stanno cercando di capire se altre chiese o esercizi commerciali abbiano subito degli ammanchi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente sulla Sr 308, morti il 19enne alla guida dell'auto e il camionista

  • Tragedia nell’Alta Padovana: malore improvviso, 16enne perde la vita

  • «Il suo reparto è in lutto con noi tutti»: infarto fatale per Elena, 39enne infermiera padovana

  • Mister Italia 2020: un 27enne di San Martino di Lupari vola in finale

  • Vaccino anti-Coronavirus, pronta a partire la sperimentazione in Veneto: l'annuncio della Regione

  • Ex seminario Tencarola venduto a società bergamasca

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento