Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca

Hacker si introduce nel conto corrente di un padovano: spariscono 12mila euro

Un cinquantenne napoletano è accusato di aver derubato un padovano, truffandolo dopo aver forzato il sistema informatico del suo conto corrente bancario e inoltrandosi due bonifici

(foto: archivio)

É riuscito a carpire i codici di accesso al conto di un 66enne di Carmignano di Brenta, rubandogli 12mila euro.

La scoperta

Questa l'accusa mossa nei confronti di M.E., 51enne di Afragola (Napoli) che venerdì mattina si è visto recapitare una denuncia per truffa e accesso abusivo a sistemi informatici. A formalizzarla sono stati i carabinieri di Carmignano a cui a inizio anno si è rivolto un 66enne del paese che sul suo conto corrente si è trovato un inaspettato ammanco di 12mila euro. Il denaro risultava inviato tramite due bonifici eseguiti nel mese di gennaio. Erano stati approvati via home banking, il sistema per accedere e operare sul propri conto via computer o cellulare ma il pensionato era certo di non aver mai autorizzato tali pagamenti.

Le indagini

Dopo aver consultato la banca si è dunque rivolto ai carabinieri sporgendo querela e facendo partire un'indagine. Gli accertamenti hanno permesso di scoprire che i due bonifici erano sì partiti dal conto del carmignanese, ma in modo fraudolento. Qualcuno infatti via internet, attraverso l'applicazione dell'istituto di credito che il padovano aveva scaricato sui suoi dispositivi, era riuscito a generare dei codici d'accesso avendo il via libera a tutte le operazioni. Quel qualcuno è risultato essere il napoletano M.E., noto pregiudicato nonché beneficiario dei due ingenti pagamenti che dal conto del 66enne ha inviato sul suo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Hacker si introduce nel conto corrente di un padovano: spariscono 12mila euro

PadovaOggi è in caricamento