Mette in vendita il capannone, ma non è suo: un castello di bugie tra prestiti e affari truccati

Ha cercato di vendere a un tombolese uno stabile, di cui non era proprietario ma solo affittuario. Smascherato, non ha mai restituito i soldi chiesti in prestito alla vittima

Una porzione di capannone in vendita a un prezzo allettante: affare fatto tra un vicentino e un padovano. Almeno all'apparenza, perché lo stabile apparteneva a un altro proprietario.

Le trattative

Sapeva che un 45enne di Tombolo cercava un capannone da acquistare nelle vicinanze di casa e gli ha proposto di comprare la sua porzione. 50mila euro, qualche firma e la trattativa si sarebbe conclusa nel miglior modo per entrambi. Nel frattempo ha anche chiesto un prestito di mille euro al compratore, promettendo di saldarlo al più presto. Tutto tramite scrittura privata, documenti alla mano, tanto che il padovano non si è insospettito di nulla.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Smascherato

Si sono tenuti in contatto per qualche mese, fino a quando il 45enne ha preteso i documenti per finalizzare l'acquisto. A quel punto il castello di carte è crollato: ha scoperto che il capannone non era del bassanese ma di una società di Tombolo, che al vicentino lo aveva solo affittato. Una montagna di bugie e carta straccia, come la scrittura privata per il prestito di mille euro, ovviamente mai restituiti. La vittima si è rivolta ai carabinieri per salvare il salvabile e, in cinque mesi di indagini, hanno inchiodato il 50enne alle sue responsabilità denunciandolo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Live - In serata morto un 47enne. Ripartenza, tornano i pranzi sui colli

  • Gravissimo incidente nella serata: un decesso e due persone ferite nello schianto

  • Tragico schianto nella serata di domenica: morta una donna, centauro ferito

  • Coronavirus, Zaia: «Dal primo giugno non ci sarà più l'obbligo della mascherina all'aperto»

  • Coronavirus, il primo aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Coronavirus, il primo aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

Torna su
PadovaOggi è in caricamento