menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto: archivio)

(foto: archivio)

Finto banchiere hackera il conto di un ottantenne e lo deruba di 15mila euro

Un anziano padovano è finito nel mirino di due truffatori che, con uno stratagemma, si sono fatti consegnare le credenziali del conto bancario. La coppia è stata denunciata

Ancora una truffa commessa da un sedicente banchiere, ancora sfruttando la tecnologia e stavolta avendo come preda un anziano.

L'adescamento

Vittima del raggiro ordito da due napoletani è un uomo di 86 anni residente a Selvazzano Dentro. Il 20 marzo l'anziano ha ricevuto sul suo cellulare la chiamata di uno sconosciuto che si presentava come dipendente di Intesa Sanpaolo, l'istituto di credito a cui si appoggia il padovano. Il finto banchiere, che altri non era se non uno dei banditi, ha spaventato l'86enne spiegandogli che era in corso una truffa ai danni del suo conto corrente e dicendo di averlo chiamato per aiutarlo. Ecco scattare la trappola: per correre ai ripari l'anziano avrebbe dovuto dettare al telefono i codici di sicurezza del suo homebanking, il sistema per gestire i conti correnti via computer o cellulare.

Le indagini

Spaventato, il padovano ha comunicato codice utente e password al truffatore che poco dopo, avendo ormai libero accesso alle finanze del malcapitato, ha prelevato 15mila euro. Denaro che con un bonifico ha inviato a un complice, resosi disponibile ad accettare i proventi illeciti per prelevarli e farli sparire immediatamente, spartendosi il guadagno. Accortosi del prelievo l'86enne ha fiutato l'imbroglio e raccontato tutto ai carabinieri che si sono messi sulle tracce del sedicente banchiere. Sono così risaliti ad A.M., 38enne napoletano mente del raggiro, e al complice B.M., 45enne di Napoli. I due, già noti alle forze dell'ordine, sono stati denunciati in concorso per truffa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento