menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vacanze rovinate per un padovano: la casa al mare non esiste e sparisce pure la caparra

Prima il pagamento dell'anticipo, poi l'amara scoperta. L'annuncio pubblicato da due calabresi era una bufala, che ha tratto in inganno un uomo rimasto senza soldi e senza ferie

Una vacanza partita male, o meglio saltata del tutto, perché la casa in cui trascorrere qualche giorno di relax non esisteva. A settimane di distanza dai fatti, i carabinieri hanno scovato gli artefici della truffa.

L'annuncio

A cadere nel tranello è stato un 50enne di Carmignano di Brenta, che cercava online una buona offerta per trascorrere un periodo di vacanza al mare. Spulciando sul noto portale di compravendite Subito.it ha trovato l'annuncio per una casa vacanze al lido di Jesolo. Economica e vicina, gli è parsa la soluzione ideale. Peccato che l'inserzione fosse stata caricata da due uomini calabresi, padre e figlio, che aspettavano al varco qualche ingenuo cliente.

Il raggiro

Si sono messi in contatto e accordati per il versamento di 200 euro di caparra. Il padovano li ha inviati alla Postepay dei calabresi, come da indicazioni, in attesa di saldare il pagamento e di partire per le ferie. Da quel momento dei due uomini non ha più avuto notizie. Inutili i tentativi di contattarli, tanto che si è rassegnato a rinunciare al viaggio e a rivolgersi ai carabinieri. Dopo un'accurata indagine i militari mercoledì mattina hanno recapitato una denuncia per truffa ai calabresi, individuati grazie ai dati della carta prepagata. Della casa vacanze, manco a dirlo, nemmeno l'ombra.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento