rotate-mobile
Cronaca Maserà di Padova

Spera di vendere i mobili, finisce per rimetterci i soldi con la truffa inversa

É un quarantenne padovano l'ultima vittima dei raggiri via internet, incappato nella trappola tesa da un giovane trevigiano che è riuscito a spillargli oltre mille euro

Un tranello ben architettato, che ha fatto leva sulla poca praticità della vittima con gli acquisti online ma che infine è anche costato una denuncia al suo presunto ideatore.

Il raggiro

A restare invischiato nelle maglie della rete virtuale è un uomo di Maserà di Padova di 45 anni. Qualche settimana fa ha pubblicato su un sito web un annuncio per vendere alcuni mobili usati e dopo pochi giorni è stato contattato da un potenziale acquirente. Il cliente si è dichiarato interessato all'acquisto ma, ha subito specificato, per far andare a buon fine il pagamento era necessario un passaggio preliminare. Il padovano avrebbe dovuto versare lui per primo i 1.400 euro richiesti: solo così infatti, a detta del truffatore, i loro conti correnti si sarebbero connessi e l'acquirente avrebbe poi potuto restituire la somma e pagare il dovuto.

La denuncia

Detto fatto, il 45enne si è lasciato convincere e ha inviato il bonifico che, una volta incassato, ha dato il là alla scomparsa del truffatore. Altro non ha potuto fare il padovano se non chiedere aiuto ai carabinieri di Albignasego. L'indagine ha portato a individuare il presunto autore del raggiro. il 23enne G.M. di Maserada sul Piave, nel Trevigiano, denunciato giovedì per truffa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spera di vendere i mobili, finisce per rimetterci i soldi con la truffa inversa

PadovaOggi è in caricamento