Cronaca Codevigo

Padovano nella trappola dei lombardi, i ricambi in vendita online sono una truffa

Un cinquantenne del Piovese è stato vittima di tre persone, finite denunciate al termine di un'indagine curata dai carabinieri. Ha perso oltre cinquecento euro per un acquisto online

Sembrava un buon affare, invece si è rivelato uno dei più classici raggiri. A finire nel mezzo di una truffa online è stato un 53enne di Codevigo, che la scorsa estate ha chiesto aiuto ai carabinieri.

La truffa

E proprio i militari di Piove di Sacco sono venuti a capo nei giorni scorsi dell'imbroglio, denunciando tre persone residenti in lombardia. La 43enne T.C. di Cassina de' Pecchi, il 33enne T.F. di Milano e il 43enne V.A.S. di Lodi, italiani e con diversi precedenti penali, sono stati denunciati lunedì con l'accusa di truffa. Il trio lo scorso giugno ha infatti pubblicato sul sito Subito.it un annuncio di vendita per alcuni pezzi di ricambio per moto. Inserzione che ha attirato l'attenzione dell'operaio padovano, che al termine di una lunga trattativa ha accettato di versare 515 euro sulla carta Postepay di uno dei denunciati. Incassato il denaro hanno troncato ogni comunicazione e solo unendo i pochi indizi a loro disposizione gli inquirenti sono riusciti a individuarli.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Padovano nella trappola dei lombardi, i ricambi in vendita online sono una truffa

PadovaOggi è in caricamento