Giovedì, 24 Giugno 2021
Cronaca

Padovani raggirati per migliaia di euro: la truffatrice usa il denaro per scommettere online

Due giovani uomini dell'Alta Padovana sono rimasti vittime di due raggiri telematici. Speravano di vendere online alcuni articoli, invece hanno finito per cedere denaro ai truffatori

(foto: archivio)

Che siano alcune canne da pesca o un treno di pneumatici per l'automobile, nessun oggetto pare essere immune dal rischio della truffa via web. Due casi-fotocopia hanno visto coinvolti due padovani, raggirati su internet con le famigerate truffe "inverse": speravano di vendere racimolando qualche soldo, invece hanno finito per spenderli.

Incassa i soldi e sparisce

Il primo a rendersi conto di essere caduto in trappola è stato un 28enne di San Martino di Lupari. Il giovane qualche mese fa aveva pubblicato su Subito.it un annuncio di vendita per tre canne da pesca. Ben presto si era fatto avanti un potenziale acquirente, che tramite una serie di scuse ha convinto il malcapitato venditore a fare lui stesso un bonifico per primo. In questo modo - gli ha comunicato il truffatore - si sarebbe poi potuto procedere con la vendita vera e propria e al padovano sarebbero stati restituiti i soldi versati insieme alla cifra richiesta per le attrezzature. Il 28enne ha assecondato la richiesta in buona fede, inviando due bonifici per un totale di 2mila euro al 50enne C.M. Quest'ultimo è poi sparito senza più dare sue notizie e solo una capillare indagine dei carabinieri ha permesso di rintracciarlo. Acclarato il raggiro è scattata una denuncia per truffa nei confronti del 50enne, residente in provincia di Monza e Brianza e già noto alle forze dell'ordine.

Il denaro della vittima usato per le scommesse online

Una vicenda analoga ha avuto come vittima anche un 31enne di Campodarsego che a novembre ha tentato di vendere online quattro pneumatici Pirelli. Il padovano è caduto nella trappola di una 20enne di Villa d'Almè (Bergamo), che lo ha convinto ad accreditarle mille euro su una carta prepagata. Anche in questo caso aveva promesso di restituire il tutto inviando anche il denaro per l'acquisto del treno di gomme, cosa che però non è ovviamente mai avvenuta. Alleggerito dei mille euro e senza aver venduto gli pneumatici l'uomo si è rivolto ai carabinieri che sono risaliti all'identità della truffatrice B.J., raggiunta domenica da una denuncia per truffa a cui si aggiunge l'accusa di riciclaggio poiché la donna ha prelevato dal suo conto i soldi del 31enne e li ha spesi per scommettere online.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Padovani raggirati per migliaia di euro: la truffatrice usa il denaro per scommettere online

PadovaOggi è in caricamento