menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pasqua amara per un giovane padovano truffato sul web, individuata la responsabile

Magra consolazione per la vittima, per la quale riavere indietro i soldi persi sarà impresa ardua. Grazie alle indagini dei carabinieri la truffatrice è stata denunciata

Come molti altri utenti del web un 27enne padovano si è rivolto a internet per concludere un affare. Ritrovandosi però senza merce e senza denaro.

Il raggiro

Il copione è quello classico, l'epilogo pure. Protagonista suo malgrado è un giovane che qualche settimana fa ha scovato sul portale per acquisti Mevostore una scheda grafica per computer. Concordato l'acquisto con la venditrice, il cliente ha accettato di inviarle 330 euro con un bonifico bancario per ricevere poi la componente hardware. Attesa vana, perché la merce non è mai stata spedita. Tentare di contattare la venditrice è stato inutile e al giovane non è rimasto che chiedere aiuto ai carabinieri di Sarmeola. Avviando le indagini con i pochi riferimenti in loro possesso, gli inquirenti negli scorsi giorni sono riusciti a risalire alla responsabile. O.S., 40enne romana di Lanuvio, si è vista recapitare mercoledì mattina una denuncia per truffa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento