Truffa dello specchietto, la vittima incastra un giovane. Sui social piovono segnalazioni

La prontezza di una donna avvicinata in strada, nonostante abbia ceduto al ricatto, ha permesso agli inquirenti di rintracciare il ragazzo sospettato di aver architettato la truffa

(foto: archivio)

Nuovo episodio della famigerata "truffa dello specchietto", stavolta nella Bassa Padovana dove una donna è stata raggirata da un giovane rintracciato in un vicino campo nomadi.

L'approccio in strada

La vicenda risale a qualche giorno fa, quando una padovana percorrendo le strade di Ponso con la sua auto si è trovata faccia a faccia con un ragazzo. Lui l'avrebbe affiancata con una Ford Fiesta, intimandole di fermarsi. Quando è riuscito a farla accostare l'ha accusata di avergli rotto lo specchietto dell'auto, senza dilungarsi in troppe spiegazioni. Immediatamente ha preteso di essere rimborsato: se la vittima voleva evitare una denuncia alle forze dell'ordine e lungaggini con l'assicurazione, doveva cedergli subito dei contanti.

Le indagini

Lei, frastornata, ha cercato di negare ogni addebito ma davanti alle insistenze del giovane ha ceduto consegnandogli dieci euro. Fiutando il pericolo ha avuto l'accortezza di annotare parte della targa della Ford, che ha poi consegnato ai carabinieri. L'incidente si è rivelato solo una montatura, classico copione della truffa che ha colpito decine di automobilisti in diverse zone della provincia. I militari di Ponso con la collaborazione dei colleghi del Radiomobile di Este hanno avviato le ricerche del fuggiasco. Fondamentale il fatto che quella stessa Ford fosse incappata pochi giorni prima in un controllo stradale a Borgo Veneto. Grazie a questo indizio gli inquirenti sono risaliti al proprietario, il ventiduenne T.F.G. di origine romena e residente a Noto.

Boom di segnalazioni

Il ragazzo è stato rintracciato ieri all'interno di un campo nomadi improvvisato a Megliadino San Fidenzio, dove insieme ad altre persone si era stabilito da pochi giorni. A incastrarlo è stata proprio la presenza della sua auto parcheggiata. Identificato, è stato denunciato per truffa mentre proseguono gli accertamenti per capire se sia stato protagonista di situazioni analoghe ai danni di altri ignari automobilisti. Diversi casi di truffa dello specchietto sono stati segnalati nelle ultime ore tra Mestrino, Monselice e Villafranca, generando un vero e proprio tam tam sui social network.

Potrebbe interessarti

  • Tumori, scoperto il meccanismo per il controllo della proliferazione cellulare

  • Infarto e ictus, team di ricercatori padovani trova la "porta" che diminuisce i danni al cuore

  • Potassio: come assumerlo e perché fa bene a cuore, reni e ritenzione idrica!

  • Fine mese all'insegna dei cantieri: strade chiuse fino a due mesi tra il centro e i quartieri

I più letti della settimana

  • Fermata e soccorsa mentre corre nuda in centro a Padova: «Sono sonnambula»

  • Tenta il suicidio nel Bacchiglione: trascinata a riva da un passante, è gravissima

  • Si schiantano con l'auto contro un platano: passeggera elitrasportata in ospedale, è grave

  • Pauroso schianto tra due auto, feriti i conducenti. Interviene l'elisoccorso, strada chiusa

  • Pedone falciato da un'auto all'altezza del cantiere: due i feriti

  • Litigio tra pazienti allo studio medico: costole rotte e denunce per due pensionati

Torna su
PadovaOggi è in caricamento