menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Svuota la carta di credito della compaesana: in casa altre tessere sospette e petardi illegali

Un giovane padovano ha spillato più di mille euro a una donna del paese, appropriandosi della sua Postamat. Le telecamere di banche e negozi lo hanno immortalato più volte

Ha usato la carta di credito di una compaesana dandosi alle spese pazze. Poi, quando i carabinieri lo hanno incastrato, hanno scoperto in casa sua anche il bancomat di un'altra persona e petardi illegali.

Soldi in fumo

Il via alle indagini il 20 agosto, quando una 56enne di Rubano ha denunciato ai Carabinieri di Sarmeola lo smarrimento della sua carta Postamat. Pur non trovandola più, dal conto corrente i soldi stavano sparendo, segno che qualcuno stava usando la tessera. Tra prelievi e acquisti, alla donna sono stati sottratti 1300 euro prima che bloccasse la carta.

carabinieri postamat-2

Il cerchio si stringe

I militari hanno analizzato i movimenti del conto e passato al setaccio banche e negozi dove il bancomat risultava utilizzato. Le tante immagini registrate dalle telecamere inquadravano sempre la stessa persona: un 29enne anche lui di Rubano, vecchia conoscenza delle forze dell'ordine. Ottenuto un decreto di perquisizione dalla Procura, la mattina del 19 settembre i carabinieri si sono presentati alla porta del giovane.

La perquisizione con sorpresa

In casa la carta di credito della 56enne non c'era, probabilmente gettata via dopo essere stata bloccata a distanza. In compenso c'era quella di un'altra persona, un 60enne di San Giorgio delle Pertiche. Visti i prelievi indebiti con la Postamat della compaesana, i militari indagano per capire se anche ta tessera del sangiorgese sia stata rubata in modo illecito.

Botti illegali

Oltre alla denuncia per indebito utilizzo, il 29enne dovrà rispondere anche di detenzione illegale di esplosivi. Nella sua abitazione c'erano infatti sei fuochi d'artificio, che possono essere comprati solo con autorizzazione specifica perchè molto pericolosi. Ogni petardo contiene infatti 80 grammi di polvere pirica altamente infiammabile e tutti sono stati sequestrati.

carabinieri petardi-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento