menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Venditore molesta i clienti: il giro porta a porta con un distintivo falso

L'ombra delle truffe ha messo in guardia alcuni residenti che, esasperati dall'insistenza di un giovane addetto vendite, hanno fatto scattare un controllo "con sorpresa"

Tentava di vendere dei contratti porta a porta ma la sua insistenza ha insospettito diverse persone. Con sé aveva anche un distintivo falso.

I sospetti

Nel pomeriggio di giovedì sono stati tanti i campanelli che hanno suonato in via Due Palazzi. Tra le case si aggirava un giovane addetto alle vendite assoldato da un'azienda di energia elettrica. Il suo compito era procacciare nuovi clienti, presentando le offerte e raccogliendo i dati per stipulare nuovi contratti. Fin qui tutto normale, ma il suo atteggiamento e i tanti casi di raggiro hanno insospettito più di un residente. Capita spesso che sedicenti venditori o tecnici siano in realtà dei truffatori, che si presentano come professionisti per poi imbrogliare soprattutto gli anziani.

La sorpresa

Particolarmente insistente nelle sue richieste, il ragazzo è stato segnalato alla polizia, arrivata sul posto alle 17 per un sopralluogo. Per precauzione gli hanno chiesto i documenti, per verificare che fosse davvero il dipendente di un'azienda. Era tutto in regola, ma quando il 18enne veneziano ha aperto il portafoglio ne è sbucato uno strano oggetto. Tra i soldi e i documenti c'era la riproduzione di una placca metallica dell'esercito italiano. Un oggetto che può appartenere solo alle forze dell'ordine e che ha insospettito non poco gli agenti. Si tratta di una copia non originale, ma al giovane è costata una denuncia per usurpazione di titoli militari. Resta da capire come l'abbia ottenuta e a cosa gli servisse.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento