rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca Carmignano di Brenta

Il pieno? Ci pensa l'azienda: dipendente infedele spilla 7mila euro in gasolio

Fare il pieno senza spendere un centesimo era ormai la prassi per un 37enne. A pagare (inconsapevolmente) era la ditta trevigiana che, dopo l'arresto, ha scoperto l'amara verità

Lo avevano fermato e arrestato esattamente un mese fa mentre con un complice prelevava centinaia di litri di gasolio con la carta carburante del suo datore di lavoro. Il sospetto che non fosse la prima volta è ora una conferma.

Pizzicato in flagranza

La sera del 20 dicembre il 37enne rodigino Alex Viale, con l'aiuto del complice napoletano (ma residente ad Arzignano) T.P. di 44 anni, era riuscito a intascare 225 litri di carburante a spese della Barbon Trasporti, azienda di Spresiano dove Viale era assunto da tempo. Valore del gasolio, 450 euro. Una spesa ingiustificata, ma sono bruscolini se confrontati con quanto emerso dalle indagini dei carabinieri di Carmignano.

Non era la prima volta

Nell'ultimo mese hanno scandagliato la vita dell'uomo scoprendo che quel rifornimento messo in atto in un distributore di San Pietro in Gu, non era che l'ultimo di una lunga serie di prelievi illeciti. Il 37enne di Villanova del Ghebbo avrebbe infatti sottratto all'azienda circa 7mila euro, sempre con la stessa modalità. Accertati gli ammanchi grazie alla collaborazione della ditta, i carabinieri hanno provveduto a denunciarlo nuovamente per utilizzo indebito di carta di pagamento, accusa che si somma al precedente arresto.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il pieno? Ci pensa l'azienda: dipendente infedele spilla 7mila euro in gasolio

PadovaOggi è in caricamento