Ottomila euro di gasolio in tre giorni, e a spese dell'azienda: in ditta arrivano i conti stellari

Tre padovani sono accusati di aver intascato migliaia di litri di carburante con le tessere di un'azienda con sede nella Bassa Padovana senza alcuna autorizzazione

I carabinieri davanti alla sede di Autotrasporti Balduin, la parte lesa

Non il semplice pieno all'automobile (che sarebbe stato comunque scorretto), ma litri e litri di gasolio. Più di cinquemila, prelevati nei distributori di diverse province del Veneto, hanno portato alla denuncia di tre uomini.

Le accuse

L'accusa nei loro confronti è di utilizzo indebito di carte di pagamento, perché è con due tessere carburante che hanno messo in atto il loro piano criminale. B.F., 52enne di Pontelongo, F.M., 49enne di Piove di Sacco e B.M., 35enne di Bagnoli di Sopra sono riusciti a impossessarsi delle due carte intestate alla Balduin Autotrasporti Srl di Agna. Come abbiano fatto, stanno ancora cercando di capirlo gli inquirenti, poiché nessuno di loro sarebbe legato alla ditta da rapporti di lavoro o di altro genere.

I prelievi

Con le due carte carburante, fra l'1 e il 3 giugno, i tre uomini hanno fatto una serie di rifornimenti in varie pompe di benzina tra il Padovano, il Rodigino e il Vicentino. Quantità sostanziose di gasolio, per una spesa di 7.840 euro tutti a carico dell'azienda che da un giorno all'altro si è trovata a dover pagare l'esorbitante e ingiustificata cifra.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tante domande

Le indagini partite dopo l'amara scoperta, grazie a un capillare lavoro di tracciatura da parte dei carabinieri di Agna, hanno stretto il cerchio attorno ai tre padovani. Il 52enne e il 49enne sono pregiudicati, mentre il terzo fino a ieri era incensurato. Ora hanno tutti ricevuto una denuncia in concorso e sono al centro degli ulteriori accertamenti da parte dei militari. Resta infatti da capire come abbiano ottenuto le due schede e dove sia finita una tale quantità di carburante.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto a Maserà: muore insegnante di religione del Pietro d'Abano

  • Tragico incidente sulla Sr 308, morti il 19enne alla guida dell'auto e il camionista

  • Tragedia nell’Alta Padovana: malore improvviso, 16enne perde la vita

  • «Il suo reparto è in lutto con noi tutti»: infarto fatale per Elena, 39enne infermiera padovana

  • Mister Italia 2020: un 27enne di San Martino di Lupari vola in finale

  • Giro d'Italia 2020: nuova data per la tappa di Monselice, inserita l'ascesa al Roccolo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento