menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I carabinieri davanti al palazzo dove si erano rintanati i minorenni

I carabinieri davanti al palazzo dove si erano rintanati i minorenni

Occupano le soffitte del condominio per nascondere la droga: ragazzini scoperti dagli inquilini

Tre giovanissimi stranieri sono stati scoperti grazie alle segnalazioni dei residenti che hanno notato strani movimenti all'ultimo piano del palazzo. Sono stati affidati a due comunità

Uno strano viavai per le scale, rumori e voci fino a notte fonda dall'ultimo piano dove non ci sono appartamenti, ma soltanto le soffitte e i terrazzi, peraltro chiusi a chiave. Impossibile per gli inquilini non accorgersene, così i carabinieri hanno allestito un blitz che ha permesso di scovare gli occupanti abusivi.

La perquisizione

Quando i militari del Nucleo radiomobile si sono presentati al civico 29 di via Marco Landi erano certi che al quarto piano avrebbero trovato qualcuno che lassù non sarebbe dovuto esserci. Quel che non si aspettavano era scoprire il nascondiglio di tre ragazzini. Due 17enni e un 15enne, tutti nati in Tunisia e arrivati in Italia senza i familiari oltre che irregolari. Da qualche giorno si erano rintanati in una delle soffitte, dove avevano creato un alloggio di fortuna forzando il lucchetto che teneva chiusa la porta d'accesso proprio per evitare episodi simili. Lassù oltre a trovare riparo avevano anche nascosto una decina di grammi di hashish con cui si sostentavano spacciando. I ragazzi sono stati portati in caserma e identificati. Denunciati per violazione di domicilio e detenzione a fini di spaccio sono poi stati affidati a due comunità protette della città.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento