Un'occhiata di troppo alla ragazza e finisce a coltellate: c'è un ferito

Due trentenni, tra cui quello rimasto ferito, sono stati denunciati al termine di un violento diverbio scoppiato in strada. All'origine ci sarebbero motivi legati alla gelosia

(foto: archivio)

Si conoscono e da tempo tra i due non corre buon sangue. La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stato qualche apprezzamento di troppo a una donna, con la discussione finita a colpi di coltello.

Le segnalazioni

A segnalare la terrificante scena sono state alcune persone che vivono in una zona residenziale di Conselve. É martedì, fa caldo e tanti hanno le finestre aperte. Per questo le grida arrivano forti e chiare fin dentro le abitazioni. In strada ci sono due ragazzi, si insultano e si rincorrono armati di coltello. Una pattuglia dei carabinieri parte immediatamente e li trova ancora sul posto. Uno sanguina, è stato colpito da un fendente.

Le denunce

Lo accompagnano al pronto soccorso per le medicazioni e quando viene dimesso con una prognosi di otto giorni lo aspetta una denuncia. K.F., 30enne di Conselve, deve rispondere delle stesse accuse mosse al 32enne di Este H.A. Entrambi di origine albanese, per quel litigio in strada sono stati denunciati per violenza privata, lesioni personali e posto abusivo di oggetti atti a offendere.

Le indagini

La sfuriata sarebbe nata per qualche occhiata e qualche apprezzamento del 30enne nei confronti di una ragazza di 32 anni, mal digeriti dal rivale. Ad aggravare la situazione ci sarebbero però anche vecchi dissapori, perché i due pare si conoscessero da tempo. Resta da chiarire come mai entrambi portassero con sé un'arma bianca e se quello di martedì sia stato un incontro fortuito o programmato. Su questo e altri dettagli stanno lavorando i carabinieri della compagnia di Abano Terme, impegnati a ricostruire i tratti della vicenda.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Femminicidio nella notte a Cadoneghe: uomo uccide la moglie a coltellate

  • «Mi sono addormentato a casa della mia ragazza»: multa di 400 euro per il fidanzato ritardatario

  • Coronavirus, Zaia: «Ricoveri in ospedale, tutte le province venete in Fase 5 tranne Padova»

  • Il Covid si porta via a 67 anni lo storico pasticcere di Mestrino. Morto anche un giovane professore

  • Paolo Mocavero condannato, Roberto Baggio vince anche in tribunale

  • Zaia: «Ecco la nuova ordinanza. Ridotta capienza nei negozi e nei centri commerciali»

Torna su
PadovaOggi è in caricamento