menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La diffida attaccata ai tigli in via Vicenza

La diffida attaccata ai tigli in via Vicenza

Taglio degli alberi nelle vie XX Settembre e Vicenza: diffidati sindaco e assessori

Il testo, indirizzato a Massimo Bitonci, Alain Luciani e Paolo Botton, è stato firmato dal Comitato difesa alberi e territorio e da oltre 70 cittadini, tra cui 5 docenti dell'Università

Sindaco e assessori del comune di Padova diffidati dal "procedere al taglio dei 3 tigli di via Vicenza, dei rimanenti ligustri di via XX Settembre, della vegetazione naturale e autoctona ai lati delle strade e del cavalcavia Chiesanuova e di qualsiasi altro albero nel comune di Padova che avvenga senza il preavviso di almeno 30 giorni alla popolazione e in assenza della pubblica divulgazione delle perizie complete e scientificamente valide".

DIFFIDATI SINDACO E ASSESSORI. La diffida, anticipata via e-mail, è indirizzata al sindaco Massimo Bitonci, e agli assessori Alain Luciani e Paolo Botton, "in relazione alle responsabilità conseguenti al massiccio e ingiustificato taglio degli alberi di Padova e alla continua violazione delle leggi sulla trasparenza della Pubblica Amministrazione, con accessi agli atti negati sistematicamente ai cittadini". Il testo è stato firmato finora dal Comitato difesa alberi e territorio e da oltre 70 cittadini, tra cui 5 docenti dell'Università di Padova.

LE RAGIONI DELLA DIFFIDA. "Finora - si legge nel documento - le arbitrarie ed ingiustificate iniziative di deforestazione selvaggia dell’attuale amministrazione, caratterizzate da un eccesso prudenziale di abbattimenti che, a quanto è dato conoscere, non è supportato da validi riscontri oggettivi del reale rischio di schianto degli alberi, hanno determinato una media di 300-500 tagli di grandi alberi maturi all’anno (circa 2mila negli ultimi 4 anni) sostituiti solo in parte da piante giovanili ed arbusti climaticamente irrilevanti. Questa modalità di gestione del verde urbano va in direzione opposta alle previsioni di cui al D. Lgs. 267/2000, promuovendo un conseguente incremento del rischio di morte-malattia da eccesso di calore nei cittadini più a rischio (bambini e anziani oltre i 65 anni)".

DIFFIDA AFFISSA SUI TIGLI DI VIA VICENZA. La diffida è stata attaccata ai tigli in via Vicenza, "prossime vittime della massiccia e sbrigativa deforestazione di Padova".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento