menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Diffida della questura al “Botellon” in Prato, previsto domani sera

In un volantino, la polizia invita i giovani a non partecipare al maxi-raduno non autorizzato per il quale sono previste 10 mila presenze. A rischio l'incolumità degli aderenti. In una nota, inoltre, la questura diffida i promotori dal realizzare la festa

botellon-veneto-2010Arriva direttamente dalla questura di Padova, tramite il poliziotto di quartiere, l'invito ai giovani a non partecipare alla maxi-festa, denominata “Botellon veneto”, non autorizzata e fissata per domani sera in Prato della Valle e per la quale sono attesi circa 10 mila partecipanti. Spirito della festa è che ogni ragazzo porti all’incontro qualcosa da bere, per divertirsi in compagnia.

In un volantino pubblicato in rete e che sarà diffuso dal poliziotto di quartiere, la questura ha rivolto agli aspiranti aderenti il proprio spassionato consiglio a non partecipare alla manifestazione: "non ha nessuna forma di organizzazione, né responsabili e perciò se vi sentirete male o rimarrete coinvolti in fatti pericolosi per la vostra incolumità – visto che ci saranno tanti ubriachi – nessuno dei promotori potrà assicurare alcuna forma di intervento o assistenza adeguati, che saranno comunque molto difficoltosi in considerazione del prevedibile sovraffollamento della piazza”.
 
In una nota, la questura diffida inoltre i promotori dal “porre in essere” la festa, informandoli che nei loro confronti si procederà all’applicazione delle sanzioni penali e amministrative previste dalla legge.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Il Sant'Antonio di Evyrein compare in centro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento