menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La notizia delle dimissioni di Papa Benedetto XVI: le reazioni a Padova

I primi commenti dal vescovo e dal mondo politico veneto e padovano. Zaia: "Esce di scena una persona di altissima levatura e incommensurabile valore culturale", Berno: "Una potente sollecitazione ai credenti di tutto il mondo nell'anno della fede"

Con una decisione che ha suscitato sorpresa, ma anche solidarietà in tutto il Paese, Papa Benedetto XVI ha comunicato la sua decisione di lasciare il pontificato. Lo ha annunciato personalmente, in latino, durante il concistoro per la canonizzazione dei martiri di Otranto, attribuendo la scelta alla "ingravescente aetate", cioè all'età avanzata, che non gli consente di affrontare adeguatamente il suo ministero "nel mondo di oggi, soggetto a rapidi mutamenti e agitato da questioni di grande rilevanza per la vita della fede". Le dimissioni del Papa entreranno in vigore il 28 febbraio, dalle ore 20, a quel punto dovrà essere convocato il Concistoro per la designazione del nuovo pontefice.

IL VESCOVO. "Vogliamo ricordare il Papa in maniera particolare oggi - ha detto il vescovo di Padova Antonio Mattiazzo oggi durante la celebrazione dell’Eucaristia per la Giornata mondiale del malato nella Basilica di Sant’Antonio - Siamo rimasti tutti sorpresi quando nella tarda mattinata ha dato l’annuncio della sua rinuncia a proseguire nel ministero petrino, una decisione motivata dal declino delle sue forze. Gli siamo vicini in questo momento e per il suo grande senso di responsabilità. Ringraziamo il Signore per averci donato questa figura di Papa, una guida in questo tempo così complesso e confuso". Di Benedetto XVI il vescovo ha ricordato in particolare i tratti di “mite fortezza” e di solida “fede” nonostante tutte le difficoltà e le situazioni che ha dovuto affrontare.

IL COMMENTO DI ZAIA. Per il presidente della Regione Luca Zaia, la notizia "lascia attoniti, per il significato intrinseco che ha vista la levatura di sua Sanità Benedetto XVI. E, mi si passi il termine, per le modalità uniche con le quali sta avvenendo la fine del suo pontificato.  Esce di scena una persona di altissima levatura e incommensurabile valore culturale che ha scritto e sta scrivendo una delle pagine più importanti della storia della Chiesa".

LA SOLIDARIETÀ DI BERNO. Dal Comune interviene Gianni Berno, consigliere del Partito Democratico e presidente della Veneranda Arca di S. Antonio, con un breve commento sul suo profilo di Facebook. “Queste parole del Santo Padre suscitano grande emozione e provocano in tutti i credenti la necessità di una profonda riflessione – scrive Berno –  Sento di esprimere immensa gratitudine a Benedetto XVI per il suo altissimo servizio; una scelta che da un lato ci lascia smarriti e dall'altro appare molto coraggiosa; una potente sollecitazione ai credenti di tutto il mondo nell'anno della fede”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Il Sant'Antonio di Evyrein compare in centro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento