rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca

Dipendente "infedele" dell'Inps aveva rubato 157mila euro: condannato a due anni

Aveva ripulito le casse degli uffici dove lavorava dal 2012 al 2014: condannato con il rito abbreviato, ha già restituito una parte della somma

In due anni da dipendente Inps, dal 2012 al 2014, aveva rubato la somma di 157mila euro. Denunciato, ora è arrivata la condanna.


CONDANNA. Come riportano i quotidiani locali, per il 53enne lavoratore "infedele" è giunta anche la condanna: due anni con lo sconto della pena per peculato. L'uomo, infatti, ha già restituito una parte del "bottino" prelevate dalle spese legali, che in caso di sentenza con controversia civile, (se non compensate fra le parti) sono addebitate a chi perde la causa. Ma, facendo pagare anche in caso di vittoria, mensilmente girava le somme dai 2500 ai 3mila euro sul suo conto. Adesso, dopo aver lasciato all'Istituto il tfr, dovrà restituire i 53mila euro restanti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dipendente "infedele" dell'Inps aveva rubato 157mila euro: condannato a due anni

PadovaOggi è in caricamento