Cronaca

Gallerista padovano vende una tela rubata: risarcito antico proprietario

Il furto era stato messo a segno a Venezia nel 1986. Il dipinto del Guardi era stato depredato dalla villa della figlia del fondatore della Rinascente. L'erede della donna l'aveva rivisto ad una mostra a Treviso: il processo

"Rio dei mendicanti" di Francesco Guardi

Prima il furto nel lontano 1986 a Venezia, poi il ritrovamento della preziosa tela settecentesca di Francesco Guardi, raffigurante il "San Lazzaro dei mendicanti", esposta alla reggia dei Carraresi di Treviso, in occasione della mostra "Canaletto, Venezia e i suoi splendori". Era il 2009 e da lì, come riporta Il Gazzettino di Padova, il proprietario del dipinto, il cui valore si aggirerebbe tra i 2 e i 3 milioni di euro, non avrebbe smesso di lottare per riaverlo.

LA CAUSA. L'opera esposta sarebbe stata venduta a Veneto Banca per 575mila euro da un gallerista padovano. Quest'ultimo sarebbe finito nel registro degli indagati con l'accusa di ricettazione, per poi essere assolto per mancanza di prove. Sentenza impugnata dal professore, erede universale della defunta Ida Borletti - figlia del fondatore della Rinascente - nonché del costoso quadro rubato, cui sarebbero comunque state riconosciute le legittime aspettative di rifusione del danno.

IL RISARCIMENTO. Nella causa civile Veneto Banca e il gallerista padovano lo avrebbero quindi risarcito di 50mila euro, cifra "simbolica" che non eguaglia certo il valore dell'opera "perduta" e gli anni passati a cercare di riaverla.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gallerista padovano vende una tela rubata: risarcito antico proprietario

PadovaOggi è in caricamento