menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La scena dell'incidente

La scena dell'incidente

Precipitò con un ultraleggero nel giardino di una casa: assolto da accusa di disastro aereo

L'episodio a dicembre 2013, a Resana, nel Trevigiano. Protagonista il 59enne padovano Maurizio Cabrele, di Piazzola. All'origine un guasto meccanico: prosciolto con formula piena perché il fatto non sussiste

Assolto con formula piena perché il fatto non sussiste. E' l'esito del processo a carico di Maurizio Cabrele, 59enne padovano di Piazzola sul Brenta, chiamato a rispondere del reato di disastro aereo dopo essere precipitato nel giardino di un'abitazione a Resana, nel Trevigiano, il 28 dicembre del 2013 mentre si trovava ai comandi di un ultraleggero.

GUASTO MECCANICO. I suoi legali, gli avvocati Alberto Berardi e Fabio Pinelli, fin dall'inizio avevano sostenuto che la caduta del velivolo fosse stata causata da un guasto meccanico. Un'ipotesi che escludeva dunque l'errore umano e di conseguenza le responsabilità a carico del 59enne. Anche la Procura di Treviso infatti, effettuati i doverosi accertamenti, aveva stabilito che la condotta del pilota sarebbe stata esemplare, tanto che l'atterraggio di fortuna sarebbe stato portato a termine con il minor danno possibile.

LA VICENDA. Stando alla ricostruzione degli inquirenti, avvalorata dalle testimonianze dei residenti che avevano sentito un boato dopo la caduta del velivolo, l'ultraleggero avrebbe perso quota in pochi secondi e, a motore spento, sarebbe andando a schiantarsi al suolo nel giardino di un'abitazione di via Brentella dopo averne urtato il camino. Ricostruzione che avvalorò anche la bravura del pilota nell'evitare conseguenze peggiori. L'uomo, che miracolosamente si salvò e venne subito soccorso dal Suem 118, venne trasportato d'urgenza all'ospedale Ca' Foncello. Le sue condizioni erano apparse gravi ma fortunatamente il pericolo di vita era stato subito escluso. Una volta ricoverato il pilota venne sottoposto agli accertamenti del caso e il suo quadro clinico era risultato meno preoccupante del previsto, tanto da venire dimesso nel giro di qualche giorno.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento