Quattromila tonnellate di rifiuti abbandonati, scoperta maxi discarica abusiva

Un grande deposito di materiali e scarti edili gestiti abusivamente è stato rinvenuto alle porte di Monselice, nel terreno di una ditta che ora dovrà provvedere allo smaltimento

Le migliaia di metri cubi di inerti sono state trovate in un terreno privato dove erano state abbandonate da un'azienda. Il responsabile dovrà provvedere al corretto smaltimento e rischia multe salatissime.

La discarica abusiva

I carabinieri della stazione forestale di Monselice, dopo una lunga serie di accertamenti ambientali eseguiti nelle ultime settimane lungo via Piave e nella zona circostante, hanno posto sotto sequestro un enorme quantità di rifiuti. Il materiale, fortunatamente non pericoloso o tossico, deriva dagli scarti dell'attività di demolizioni edili. I militari hanno rinvenuto circa duemila metri cubi di materiale vario, pari a quattromila tonnellate, abbandonato in un'area privata di proprietà di un'impresa locale, che non aveva alcuna autorizzazione per riversare sul posto i propri scarti.

Una zona protetta

Il deposito abusivo era talmente ampio da causare un danno di immagine all'ambiente circostante, di valore sia ambientale che sociale poichè molto amato dai residenti della zona. Accanto al terreno che ospita la discarica abusiva sorge Cinque Dita, un centro ergoterapico che assiste persone con disabilità psichica, oltre a essere fiancheggiato dal canale di Bagnarolo, sul quale vige un vincolo paesaggistico. A poca distanza c'è anche un edificio storico di pregio, appartenuto alla curia e sottoposto anch'esso a vincolo architettonico.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le sanzioni

ll responsabile della ditta, individuato dai forestali, è stato segnalato in procura. Ora dovrà provvedere al corretto smaltimento dei rifiuti e al ripristino dei luoghi, oltre a dover pagare un'ammenda di diverse migliaia di euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, il primo aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Clamoroso, dopo 2 giorni di attività il Gasoline chiude: «Troppi rischi, gettiamo la spugna»

  • Tragico schianto nella serata di domenica: morta una donna, centauro ferito

  • Coronavirus, Zaia: «Ecco la nuova ordinanza con le riaperture del 25 maggio e del primo giugno»

  • Coronavirus, il primo aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Gli cade addosso la fresatrice mentre la carica con un muletto: muore imprenditore

Torna su
PadovaOggi è in caricamento