rotate-mobile
Lunedì, 27 Giugno 2022
Cronaca

Studenti in campo per la sensibilizzazione sui disturbi del comportamento alimentare

Striscioni fuori dalle scuole e un sit-in a Roma, di fronte al ministero della Salute: gli studenti hanno voluto ricordare la giornata del Fiocchetto Lilla

Salute mentale e disturbi alimentari. Gli studenti sono scesi in piazza a Roma e davanti alle scuole di Padova e del Veneto per la giornata del Fiocchetto Lilla.

Fiocchetto Lilla

«Disturbi alimentari e salute psichica ancora troppo sottovalutati. La nostra generazione vuole che la politica ci chieda come stiamo e ascolti le nostre proposte» dice Irene Bresciani, coordinatrice della Rete degli studenti medi di Padova. Martedì 15 marzo, giornata del Fiocchetto Lilla per l’attenzione verso i disturbi del comportamento alimentare, il network studentesco Chiedimi Come Sto era in piazza a Roma davanti al ministero della Salute sul Lungotevere e davanti le scuole e le università di tutto il Paese. Secondo il ministero della Salute, i soggetti che soffrono di Dca sono circa 3 milioni. Dopo la pandemia si è registrato un boom del 30% di questi disturbi. La stragrande maggioranza sono donne e sono giovani. «Vogliamo dare spazio ad una tematica, quella dei disturbi del comportamento alimentare, molto sottovalutata - spiega Bresciani - Il 15 marzo è una giornata simbolica che serve a ricordarci che i Dca esistono tutti i giorni e ne soffrono moltissimi nostri coetanei. Siamo davanti alle scuole del Veneto per chiedere un impegno e costruire insieme delle soluzioni per attenuare il malessere psicologico che la nostra generazione vive».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Studenti in campo per la sensibilizzazione sui disturbi del comportamento alimentare

PadovaOggi è in caricamento