menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il sindaco reggente Ivo Rossi incontra la delegazione di studenti padovani

Il sindaco reggente Ivo Rossi incontra la delegazione di studenti padovani

Nuovi divieti anti-degrado, studenti invitati a presentare emendamenti

La delegazione di universitari è stata incontrata dal sindaco reggente Ivo Rossi dopo la manifestazione sotto il municipio contro le modifiche del regolamento di polizia municipale ora al vaglio del consiglio

Giovedì il flash mob sotto palazzo Moroni per protestare contro le modifiche del regolamento di polizia municipale e i nuovi divieti "anti-degrado" che la giunta del sindaco reggente Ivo Rossi vorrebbe introdurre. Venerdì l'incontro tra una delegazione di cinque studenti universitari manifestanti e il primo cittadino per discutere dei punti che destano maggiore perplessità. Al termine del colloquio, i giovani sono stati invitati a formulare degli emendamenti alla bozza di revisione del regolamento di polizia municipale che verranno presi in considerazione nel corso del dibattito previsto per il prossimo 28 ottobre in consiglio comunale.

LA POSIZIONE DEL SINDACO. “La città con questo nuovo regolamento di polizia municipale si attrezza per costruire la propria convivenza sul binario costituito dal rispetto reciproco e del senso civico – ha spiegato Ivo Rossi a margine dell'incontro - Le regole sono immaginate non per vietare in astratto, ma per correggere i comportamenti che rendono la vita in città meno serena. Il regolamento è stato rivisto per quanto riguarda i graffiti sui muri, il lancio di uova, specie durante le lauree, la manutenzione dei terreni e dei fossati, fondamentale per prevenire o ridurre l'impatto di precipitazioni abbondanti. Tutti gli altri provvedimenti erano già stati previsti dal regolamento risalente ad una decina d'anni fa. Credo che sia importante questo tipo di revisione delle regole della convivenza. Il senso civico ha dei mutamenti, e voglio immaginare che questi mutamenti siano improntati verso il bello ed un aumento della buona educazione. Ricordo che fino agli anni '60 c'erano nei bar cartelli in cui si prescriveva di non sputare per terra. Credo che questa prescrizione ora sia superata dal comune senso civico. Dobbiamo riuscire a crescere in questo sforzo di continuare ad innalzare il senso civico, perchè più alto è il senso di responsabilità dei cittadini verso la propria città, e più questa nel suo complesso sarà una città che migliora le proprie performance economiche, dando chance di lavoro e successo ai propri abitanti, in particolare a quelli più giovani”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Il Sant'Antonio di Evyrein compare in centro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento