rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Cronaca

La coppia scoppia: divorzi in aumento in città, Adico:“Crisi e social principali cause”

Nella provincia euganea si contano al 2016 23.058 persone divorziate, una ogni 40 abitanti mentre dieci anni prima i divorziati erano 12.877, uno ogni 69

Non è un periodo “idilliaco” per le coppie e in particolare per gli sposi. Non lo è in tutta Italia e non fa eccezione né Padova né la sua provincia, anche se nel capoluogo le difficoltà sono ancora più evidenti. A Padova – come dimostra una indagine dell’Adico che ha elaborato i dati Istat - a fine 2016 si contano 7.183 persone divorziate, in pratica una ogni 29 abitanti. Dieci anni prima, nel 2006, i divorziati erano 5.015, uno ogni 42 residenti.

DIVORZI IN AUMENTO. Ciò significa che in questo arco di tempo il numero di persone che hanno sciolto il vincolo del matrimonio è aumentato del 43%. Nel Padovano l’incremento è stato ancora più marcato ma il rapporto con il numero di abitanti è decisamente più confortante. Vediamo. In provincia si contano al 2016 23.058 persone divorziate, una ogni 40 abitanti mentre dieci anni prima i divorziati erano 12.877, uno ogni 69.

ADICO. Qui l’incremento percentuale è rilevante, più 79%, a dimostrazione che anche in provincia, dove di solito per varie motivazioni socio-culturali le coppie sono resistono di più, le cose stanno notevolmente cambiando. Ma perché? Adico - che dal 2015 ha aperto uno sportello sul divorzio breve in seguito all’approvazione della normativa in materia – ha individuato alcune possibili cause che hanno scatenato il boom di divorzi negli ultimi dieci anni mettendo in luce soprattutto un aspetto emblematico.

CAUSE. “Le persone che si sono rivolte a noi per farsi assistere nell’iter del divorzio breve – spiega Carlo Garofolini, presidente dell’associazione – hanno naturalmente sottolineato una sopravvenuta incompatibilità di carattere che è emersa solo dopo il matrimonio. Andando più a fondo sulla questione, abbiamo però notato che in oltre il 10% dei casi seguiti la causa del divorzio è legata a nuove “amicizie” acquisite da uno dei due coniugi tramite facebook. Insomma, crediamo che i social network, molto sfruttati nell’ultimo decennio, abbiano fatto la loro parte in queste crisi. Il tradimento è sempre esistito, i social lo facilitano se non addirittura lo favoriscono. Naturalmente la causa preponderante è anche la crisi economica che di certo non aiuta l’armonia familiare. E anche l’approvazione della nuova normativa sui divorzi brevi ha dato una spinta a questo trend per molti versi preoccupante. Il governo deve fare la sua parte con serie politiche per la famiglia”. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La coppia scoppia: divorzi in aumento in città, Adico:“Crisi e social principali cause”

PadovaOggi è in caricamento