menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tribunale riconosce divorzio "marocchino": senza attese e con dono di consolazione

Per la prima volta un giudice ha "saltato" la parte della separazione e ha applicato la legge del Marocco, Paese di origine di moglie e marito, facendo sì che i due coniugi ponessero fine immediata al loro rapporto

Protagonista della vicenza una coppia poco più che ventenne, lui arrivato in Italia da bambino e lei nata nel Belpaese da genitori marocchini. I due si sono sposati nel 2014 ma il loro matrimonio è naufragato in breve tempo.

DIVORZIO ALLA MAROCCHINA.

Si sono quindi rivolti al tribunale per mettere la parola fine alla loro unione applicando però l’ordinamento del Maroccoche, a differenza dell'Italia dove seppur con la forumula breve il divorzio avviene tra i sei e dodici mesi, prevede l'interruzione immediata. Il tribunale padovano ha quindi accolto la loro richiesta con il pagamento del sadaq (dono di matrimonio) e di quello "di consolazione".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Politica

Il neo Presidente Masin: «Natura e turismo, così immagino il Parco Colli. Essere cacciatore non è in antitesi con questo ruolo»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento