rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Cronaca

Domeniche ecologiche, Confesercenti: "Bene ma attenzione al blocco delle auto private"

Confesercenti di Padova esprime grande preoccupazione per la decisione di chiudere alle auto tutta la città il prossimo 15 ottobre. "Siamo perfettamente d’accordo sull’utilità delle giornate ecologiche" sottolinea il presidente Nicola Rossi "ma non confondiamo queste iniziative con il blocco delle auto private"

Confesercenti di Padova esprime grande preoccupazione per la decisione di chiudere alle auto tutta la città il prossimo 15 ottobre. "Siamo perfettamente d’accordo sull’utilità delle giornate ecologiche" sottolinea il presidente Nicola Rossi "ma non confondiamo queste iniziative, volte soprattutto alla sensibilizzazione dei cittadini, con il blocco delle auto private. Anziché sensibilizzare all’uso di mezzi meno inquinanti rischiamo di ottenere l’effetto contrario".


RIDURRE L'INQUINAMENTO 


"Le giornate ecologiche" continua Rossi "vengono organizzate con un obiettivo ben preciso: sensibilizzare residenti, visitatori e operatori sull’esigenza di ridurre l’inquinamento. Un obiettivo assolutamente condiviso dalla Confesercenti e dai nostri commercianti. Saremmo pronti a sostenere un progetto concreto, che miri a ridurre l’inquinamento della città di Padova con interventi su riscaldamento, carburanti ed altri prodotti inquinanti. Ma se la promozione di un ambiente non inquinato si accompagna soprattutto con il ripetuto blocco del traffico privato, dando per scontato che vietare l’uso delle auto sia utile a sensibilizzare i cittadini, allora non possiamo essere d’accordo. La decisione di vietare l’utilizzo delle auto private per una intera giornata farà arrabbiare imprenditori e residenti, che si vedranno vietare la possibilità di uscire o entrare in città in quella giornata".

"RAGIONIAMO INSIEME"


 
"Non confondiamo" insiste il presidente Nicola Rossi "la chiusura alle auto del centro storico, con il blocco totale del traffico. Non è la stessa cosa: un conto è chiudere un’area in gran parte pedonalizzata e un conto è estendere il divieto in un raggio di molti chilometri, dove i trasferimenti avvengono soprattutto con mezzi privati. Lanciamo un ulteriore appello al Sindaco ed al Vice Sindaco di Padova" conclude Rossi "ragioniamo insieme: possiamo verificare un allargamento delle aree coinvolte, vediamo di sperimentare in queste aree una forte presenza di trasporto pubblico. Soprattutto evitiamo interventi demagogici che si tradurranno in un secco no ad altre sperimentazioni. Le soluzioni ci sono, e trovandole potremmo trasformare questi momenti in una festa per tutti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Domeniche ecologiche, Confesercenti: "Bene ma attenzione al blocco delle auto private"

PadovaOggi è in caricamento