Cronaca

Studente morto in gita a Milano Genitori ascoltati per 3 ore da pm

La madre e il padre di Domenico Maurantonio, il 19enne padovano precipitato il 10 maggio dal quinto piano dell'hotel dove era ospite con i compagni del Nievo, hanno incontrato in Procura i titolari dell'inchiesta

I genitori di Domenico in tv a "Chi l'ha visto?"

A cinque settimane dalla morte ancora senza un perché del figlio 19enne, precipitato il 10 maggio scorso dal quinto piano dell'hotel Da Vinci di Milano dove si trovava con i compagni del liceo Nievo di Padova per visitare l'Expo, i genitori di Domenico Maurantonio hanno incontrato lunedì in Procura i pm titolari dell'inchiesta e il procuratore della Repubblica, Edmondo Bruti Liberati.

UNA MORTE ANCORA SENZA UN PERCHÈ: Tutti gli articoli

ASCOLTATI PER 3 ORE. Per circa tre ore, il padre e la madre del ragazzo sono stati ascoltati dagli inquirenti e dagli investigatori per alcuni chiarimenti su quanto avevano messo a verbale nei giorni successivi alla tragedia. Il padre aveva riferito alla stampa di non ritenere realistica l'ipotesi che Domenico fosse inciampato e caduto e che nessuno l'avesse visto quella notte da quando aveva lasciato la stanza a quando era stato trovato morto. La madre, in un'intervista, aveva messo in dubbio la versione dei compagni di scuola del figlio, dicendo che secondo lei non si era trattato di un semplice incidente. Da quanto si apprende, nei prossimi giorni alcuni compagni di classe del 19enne dovrebbero essere riascoltati dagli investigatori per raccogliere nuove deposizioni.

CAMBIO DI PM. Un incontro, quello dei genitori di Domenico in Procura, servito tra l'altro a rassicurare la coppia sul fatto che le indagini non subiranno alcuna battuta d'arresto con lo spostamento del pm Claudio Gittardi e il conseguente passaggio di mano del fascicolo. A fine mese Gittardi cambierà infatti sede e sarà trasferito a guidare la procura di Sondrio, con l'inchiesta su Mauratonio che passerà così al pm Giancarla Serafini.

ESITI DEFINITIVI ESAMI. L'inchiesta intanto prosegue nel massimo riserbo. Al momento, la Procura è in attesa ancora degli esiti definitivi delle consulenze genetiche e tossicologiche e della sperimentazione cinetica sulla caduta ritenuta "a piombo", e cioè rasente il muro dell'ala dell'albergo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Studente morto in gita a Milano Genitori ascoltati per 3 ore da pm

PadovaOggi è in caricamento